Masturbate-a-thon: a San Francisco la maratona dell’autoerotismo

Un evento col botto per chiudere Maggio, mese della masturbazione. Ecco come “partecipare”

Sì, esiste un mese della masturbazione e, pensate un po’, la nascita di questo evento è attribuita a Bill Clinton.

Secondo diverse fonti in rete tutto ebbe inizio nel 1995 il chirurgo Joycelyn Elders venne licenziata dall’allora capo della Casa Bianca per aver proposto di inserire la masturbazione tra gli argomenti dell’educazione sessuale nelle scuole. L’anno dopo, 3 anni prima che Clinton venisse travolto dallo scandalo Lewinsky, nacque il Mese della Masturbazione.

Da allora questa iniziativa si è diffusa sempre più lasciando i confini statunitensi: tanti gli eventi e le iniziative dal Regno Unito al Brasile ma anche in Germania e Olanda.

L’evento più caratteristico e divertente, però, è il Masturbate-a-thon: una vera e propria maratona di autoerotismo.

“L’abbiamo inaugurato nel 1999, e proprio come una normale maratona benefica aveva lo scopo di raccogliere fondi e sensibilizzare sull’argomento attraverso il passa parola – ha spiegato a Wired la fondatrice del Center for Sex & Culture- La richiesta, quindi, era semplicemente che i partecipanti ne parlassero e che promuovessero l’evento, e i fondi sarebbero stati destinati agli enti benefici che si occupano dell’educazione e della salute sessuale”.

Ma non tutto andò come previsto: “La stampa credeva che si trattasse di un evento dal vivo, che si svolgeva in uno stadio o qualcosa del genere. Non era così, la gente si masturbava in privato, come sempre, il punto era solo parlarne”. E qui è nata l’idea: “Il mio compagno Robert Lawrence ed io avevamo appena fondato il Center for Sex & Culture, e ci siamo detti che avremmo potuto davvero organizzare un Masturbate-a-thon dal vivo. Così, nel 2001, c’è stato il primo, e credo che da allora ne siano seguiti uno all’anno”.

Ti suggeriamo anche  Stati Uniti, speaker radiofonica: "Gay sono la punizione di Dio per l'aborto"

L’appuntamento è il 31 maggio a San Francisco o, se preferite, comodamente a casa vostra.