MEGAN: CHE SPOT!

Dopo la scalata della torre di Seattle, Megan Gale affronta un’altra sfida: essere intervistata da Fabio Canino.

Megan Gale lo sanno tutti, è diventata famosa in Italia grazie agli spot pubblicitari di un telefonino.. però mi chiedevo qualche altra dote l’avrà questa ragazzona australiana! Va bene che in Italia basta siano straniere e che respirino ma mi sembra un po’ eccessivo…

E così, dopo esserci conosciuti al Festival di Sanremo abbiamo deciso di fare quest’intervista a Roma senza interpreti non tanto per snocciolare il mio "perfetto" inglese (…tiè!!) ma soprattutto per sentire direttamente da lei quello che aveva da dire… visto che durante il Dopofestival ho sentito tradurre delle cose che Megan "avrebbe" detto a dir poco imbarazzanti. Ed ho scoperto una ragazza vitale, allegra con una gran comunicativa (fondamentale in pubblicità pubblicitàete..) con degli occhi bellissimi e furbissimi che parlano per lei.

FABIO: Allora finalmente ti sento parlare "ufficialmente " da sola..

MEGAN: Sai spesso quando faccio interviste, chi m’intervista non parla bene l’inglese e così sono costretta ad usare degli interpreti, bravissimi per carità, ma a volte non mi faccio capire proprio come vorrei..

FABIO: Allora sarà il caso che tu inizi a studiare l’Italiano visto che oramai passi più tempo qua che a casa tua in Australia, no?!

MEGAN: hai ragione, un po’ lo so già..(seguono dei tentativi di parlare Italiano da far sembrare Don Lurio un Letterato dell’Accademia della Crusca..). Comunque a casa mia, in Australia, ci stavo poco tempo anche prima del famoso spot. Sai facendo la modella viaggi tantissimo e soprattutto in Europa.

FABIO: Questa volta sei in Italia per promuovere il tuo nuovo film Stregati dalla Luna..

MEGAN: Per la verità lo chiamerei il mio primo film, o meglio il primo film dove mi è stato dato un ruolo vero e proprio da portate avanti dall’inizio alla fine del film. Nel film interpreto Viviana, una ragazza che per una serie di strane coincidenze del destino si ritrova a passare una serata in un ristorante di Napoli in compagnia di un gruppo di persone mai viste e conosciute prima. Un film molto divertente, che mi ricorda le vecchie commedie italiane che vedevo io alla televisione in Australia, e che piacciono tanto. I registi, Amendola & Pistoia, mi hanno lasciato molta libertà. L’aria divertente che si respirava sul set, credo la si possa percepire anche vedendo il film.

FABIO: Parli di strane coincidenze del destino…tutto sommato quelle che hanno fatto di te, improvvisamente, una star della pubblicità ….

Ti suggeriamo anche  Omofobia contro il progetto Prodigio Divino: "Qualche decennio fa eravate nei lager"

MEGAN: Hai perfettamente ragione! Io credo tantissimo al destino. Puoi fare di tutto per ottenere una certa cosa in un certo punto della tua vita, ma poi è il destino, od il karma o come lo vuoi chiamare che decide per te! Io non vorrei mai saper cosa farò tra 10 anni, vedremo! Per il momento viviamo quello che abbiamo. Certo non voglio dire di vivere alla giornata, figuriamoci con il mio lavoro! ma nemmeno di programmare tutto. Pensa la stessa pubblicità del telefonino, tutto sommato è stata una casualità..

FABIO: Spiegati meglio, non mi dire anche tu che non volevi, che eri per strada, che ti hanno fermata chiedendoti se volevi diventare improvvisamente ricca e famosa..

MEGAN: No! No! (ride alla maniera Australiana…non mi chiedete come ridono gli australiani perché non saprei spiegarvelo, ma sono sicuro che è una risata australiana…) avrei voluto si fare la protagonista dello spot, ma sai, nel lavoro di modella vai a fare provini per tantissimi prodotti che nemmeno ti ricordi. Così dopo il primo casting per il telefonino continuo il mio lavoro di modella in giro. Una settimana dopo la mia agenzia di Milano mi chiama e mi dice: " guarda che quelli del telefonino ti vogliono rivedere domani mattina". Io avverto che non avrei potuto vederli perché avevo un altro casting, e poi comunque mi avevano già vista. Accadde però, che il casting che io dovevo fare la mattina seguente, fu spostato ed io decisi (eh..il destino..) di andare a farmi rivedere: fui scelta quella mattina stessa..ed eccomi qua!!

Ti suggeriamo anche  Fabio Canino: “Giovanni Ciacci ha ben due fidanzati!”

FABIO: e ne hai fatte di cose grazie a quella pubblicità: film appunto, apparizioni in Tv, calendari, serate e Sanremo..

MEGAN: Ah Sanremo..purtroppo non mi sono potuta preparare come avrei voluto. Quando mi fu proposto, mi spiegarono che era un Festival molto importante in Italia e che durava una settimana..mamma mia! Ma non pensavo che fosse così importante! Si lavorava giorno e notte!! Hai visto anche tu con i tuoi occhi!! Ogni cosa che dicevamo, ma anche che non dicevamo, veniva ripresa dalla stampa con un’enfasi degna di dichiarazioni da Presidenti della Repubblica!!!

Però tutto sommato è stata una grande esperienza che mi servirà in futuro ed anch’io come te, sono diventata una grande fan di Raffaella Carrà!! (squilla un telefonino. Il suo chiaramente!!! Il mio nemmeno prende!!!) Sorry Fabio…

FABIO: Ma figurati, se non squilla a te a chi deve squillare!! (ma lei la bolletta la pagherà? mah..) Senti, parliamo un po’ della tua città, Sidney, un mio amico è tornato da poco e ne è entusiasta!!

MEGAN: Davvero? Ne sono felice! Pensa che a Sidney c’è la seconda comunità gay più grande del mondo dopo San Francisco. E’ impossibile vivere a Sidney e non avere qualche amico gay! Se non ne conosci almeno uno vuol dire che non vivi a Sidney!!!

FABIO: Non a caso che viene organizzato proprio lì il Mardi Gras

MEGAN: Lo sai che non sono mai riuscita vederlo?! Tutti i miei amici mi dicono che è divertentissimo! Una bellissima occasione per vedere gay, etero insomma tutti a festeggiare insieme ad una festa che viene organizzata dalla comunità gay. Io in quel periodo però, sono sempre in giro per le sflilate, ma prima o poi lo devo vedere!!

FABIO: da come ne parli sembra che in Australia, la comunità gay sia ben integrata.

MEGAN: beh sarei ipocrita a dire che in tutta l’Australia è così. Io ti parlo di grandi città come Sidney, Melbourne,ma nelle piccole città o al centro del Paese la situazione non è così liberale e alla luce del sole, anche se le organizzazioni gay Australiane stanno facendo passi da gigante.

Ti suggeriamo anche  Pubblicità Progresso, il presidente omofobo: 'due chec*he a Ballando' - furia Fabio Canino

FABIO: Ci segnali qualche locale gay di Sidney degno di essere visitato?

MEGAN: Un solo locale!? Impossibile! ti posso però segnalare una strada a Sidney, Oxford street, che è piena di locali bellissimi tutti da visitare, credimi.

FABIO: In Italia invece hai delle preferenze per dei locali ?

MEGAN: Posso consigliare un locale di Roma che organizza la serata gay il giovedì. Si chiama La Suite: Bella gente e bellissima musica e come tu hai visto, a me piace tantissimo ballare!!

FABIO: progetti per il futuro, a breve, s’intende…?

MEGAN: (ancora la "tipica" risata Australiana..) certo a breve…ho da poco finito di girare il nuovo spot del solito telefonino che abbiamo girato sul tetto del Museo Guggenheim di Bilbao, in Spagna.

Lo sai che sono io a pattinare veramente ( a parte la scena del salto mortale), come del resto ero io a scalare la Torre di Seattle (fino ad una certa altezza..)?! Poi finita la promozione del film Stregati dalla Luna, dovrò fare alcune foto per la moda, Italiana anche questa volta..

FABIO: Ma toglimi una curiosità, sei diventata famosa solo in Italia o ti riconosco anche nel resto del mondo?

MEGAN: No, nel resto del mondo non sono famosa. Adesso però, anche in Australia comincio a essere popolare. L’eco del mio successo italiano è arrivato fin là e mi fanno un sacco d’interviste!!

FABIO: Ultima domanda. Qual’è lo stilista Italiano che preferisci?.

MEGAN: Non ci pensa un attimo: Non posso dirtelo, altrimenti poi avrei problemi con tutti gli altri!!

Mi saluta calorosamente invitandomi ad andare con lei al prossimo Mardi Gras. Adesso però altre mille interviste per il film l’attendono.

Uscendo canticchio: Look at me… Uuuhh!!! Uuuuhhh!!!!. Ma che cos’è, mi chiedo?… No! la canzoncina dello spot!!…cazzo mi è entrata in testa!!!