Messico: Gay Pride contro la guerra

di

Circa cinquecento lesbiche, guidate dal deputato indipendente Enoe Franga, hanno marciato attraverso la capitale messicana con cartelli anti-Usa e appelli alla pace.

CONDIVIDI
Facebook Twitter Google WhatsApp
892 0

CITTÀ DEL MESSICO – Il primo gay pride che si sia svolto a Città del Messico si è trasformato in una manifestazione contro la guerra in Iraq. Circa cinquecento lesbiche, guidate dal deputato indipendente Enoe Franga, hanno marciato attraverso la capitale messicana con cartelli anti-Usa e appelli alla pace, accanto a quelli di condanna per le discriminazioni sessuali.
Sempre a Città de Messico, per il terzo giorno consecutivo si è tenuto un sit-in notturno di protesta di fronte all’ambasciata Usa.
Marcia di protesta anche ad Acapulco, con manifestazione di fronte al consolato americano.

Leggi   Scuola di Londra partecipa al gay pride, alcuni genitori minacciano un'azione legale
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...