Milano, è un flop il presidio PDF contro la metro rainbow ma Adinolfi denuncia: ‘insulti e sputi, siamo noi i discriminati’r

di

Pochissime persone al presidio milanese del Popolo della Famiglia di Adinolfi contro la metro arcobaleno di Porta Venezia.

CONDIVIDI
5.9k Condivisioni Facebook 5.9k Twitter Google WhatsApp
9754 4

L’avevamo previsto e si è puntualmente verificato.

Il pacifico e legittimo sit-in del Popolo della Famiglia in pieno centro a Milano, per protestare contro la metro ‘rainbow’ voluta dal Comune, è stata un flop. Clamoroso. In pochissimi hanno risposto all’appello di Mario Adinolfi (10 persone, secondo quanto riportato LaRepubblica), di fatto passato completamente inosservato e dai più volutamente snobbato.

Eppure proprio Adinolfi, via social, ha prima replicato al nostro pezzo pubblicato due giorni fa con una domanda provocatoria (‘Che poi vorrei vedere che avrebbero detto se avessimo accolto il Gay Pride di Roma con la metropolitana colorata di bianco e di giallo per ricordare il Vaticano‘), per poi indossare gli usuali abiti della vittima, millantando insulti e sputi contro i suoi iscritti al partito.

I militanti del Popolo della Famiglia a Milano subiscono insulti e sputi al loro pacifico presidio davanti alla fermata della metro dove coloro che hanno imposto la colorazione arcobaleno dicevano che essa rappresentava “la lotta contro ogni discriminazione e per la libertà d’espressione di tutti”. Deve arrivare la polizia in forze per permettere l’espressione del nostro legittimo diritto di critica davanti a questi violenti che sono loro i soli e veri discriminatori‘.

Come ‘prova’ di tutto ciò Adinolfi pubblica l’immagine di 3 poliziotti vicini al gazebo del Popolo della Famiglia, senza ovviamente perdere occasione di diffamare la comunità LGBT, da lui vista come discriminante e violenta. Peccato che se ai comizi del suo PDF trovano sempre più spazio i contestatori, rispetto ai potenziali elettori/simpatizzanti, qualche domanda, fossimo in lui, cominceremmo a porcerla.

Leggi   Nuovo riconoscimento a Milano: ancora una volta è intervenuto il giudice
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...

Commenta l'articolo...

4 comments

  1. Luigi C Rispondi

    Qualcuno ha impedito ai fondamentalisti cattolici di divorziare? Loro lo hanno tentato ; qualcuno ha impedito ai fondamentalisti cattolici di abortire? Loro lo hanno tentato ; qualcuno ha impedito ai fondamentalisti cattolici di contrarre matrimonio ? Loro lo hanno tentato…….potrei tediare ancora : questo solo sanno fare i talebani cattolici : proibire , ostacolare , dare fastidio , in nome del loro fanatismo.

  2. cantalupo75 Rispondi

    Praticamente è come se con la loro manifestazione avessero detto: “Volete sapere come mai una fermata della metropolitana arcobaleno a Milano sia necessaria? Eccoci!”.

  3. nicogibe3gmailcon Rispondi

    milano e’ sempre milano!!

  4. Roberto Rispondi

    Porca miseria !!!