Milano: lesbica cacciata dal locale gay

Con una email, la cliente di un noto locale gay milanese rende noto un episodio di cui sarebbe stata vittima insieme alla fidanzata. «Mi stavo baciando e ci hanno cacciato». Lo staff: «non è vero».

La lettera arrivata in redazioneIeri sera ero al Billy, un noto locale gay di Milano,prettamente maschile ma comunque sempre gay. Mi stavo baciando con una ragazza quando all’improvviso ci si avvicina un buttafuori e con fare minaccioso ci intima di smetterla dicendoci: «Le lesbiche qui dentro non si possono baciare! Questo è un locale per soli uomini se dovete baciarvi andate in bagno oppure fuori di qua! Se fossi stato all’ingresso sicuramente non vi avrei fatta entrare, siete entrate per SBAGLIO la prossima volta non entrate più!»

Allibite noi ci guardiamo credendo che stesse scherzando! Mi chiedo possibile che "in casa mia" non posso essere libera di fare ciò che maagari in un locale etero non farei mai!? Possibile che in un locale gay due lesbiche debbano essere discriminate e minacciate!? A questo punto guardandolo negli occhi gli rispondo: «Ma stai scherzando?! Sono in un locale gay, ho pagato l’ingresso come tutti, anzi di più rispetto ai ragazzi (l’ingresso nella discoteca Billy è di 18 euro per i ragazzi e 20 euro per le ragazze, ndr), non sto facendo niente di male!

Sarò anche entrata per SBAGLIO ma ora sono dentro e faccio quello che mi pare! Perciò non permetterti più di avvicinarti e minacciarmi perchè non sei nessuno».

Ma io dico, vi sembra giusto, vi sembra possibile che due ragazze debbano essere discriminate e minacciate in un locale gay per un bacio!?!? E perchè se due gay si baciano in un locale prettamente femminile nessuno si permette di dire niente!? Non ho parole!! Sicuramente dopo aver pagato un ingresso salatissimo ed aver subito minacce neanche per SBAGLIO ci metterò più piede in un locale così!!!

Cordiali Saluti,

Chiara Cardano

La risposta dei gestoriBuongiorno a tutti!

Ho parlato con tutti gli altri membri del Gruppo Billy e con tutti i PR che assieme a noi organizzano la serata, ed a nessuno è risultato sia avvenuto un fatto simile.

Il Billy è un locale GAY E NON MISTO, ma chi frequenta e conosce il nostro locale, sa anche come comportarsi…

È stata invece fatta allontanare dal nostro staff della sicurezza, una ragazza che compiva all’interno del locale atti illeciti. A differenza di voci che talvolta si sentono in giro, vogliamo chiarire che all’interno del nostro club certe azioni non sono assolutamente tollerate e punite gravemente dalla legge italiana.

Ci auguriamo non trattasi della stessa persona.

Resto a disposizione per eventuali chiarimenti.

Mauro Galligari

Gruppo Billy

LEGGI ANCHE

Donne

Gay che odiano le donne: quanto è diffusa la misoginia...

La comunità gay mette in discussione molti luoghi comuni, è bene che non continui a rinforzare quelli che ancora affliggono...

di Redazione | 15 Agosto 2018

Storie

ll senatore leghista Pillon: “Vieteremo l’aborto, come in Argentina”

E sulle coppie arcobaleno ha detto: "Un ragazzo ha il diritto di avere una madre e un padre. Non farei prove...

di Redazione | 14 Agosto 2018

Storie

Philip Boots, Mister Rubber Italia 2015, ci apre le porte...

Se il Leather avesse un fratello minore, giovane e scapigliato, sarebbe il Rubber.

di Luca Cantarelli | 31 Maggio 2018