Milano, 17enne bullizzato dal professore: «A casa mia i fro*i li cerchiamo e li massacriamo»

di

Incredibile denuncia di omofobia da una scuola di San Donato Milanese.

scuola omofobia
CONDIVIDI
2.8k Condivisioni Facebook 2.8k Twitter Google WhatsApp
58830 4

Bullismo omofobo in una scuola superiore di San Donato Milanese, con protagonisti alcuni studenti e un professore.

Daniele, 17enne, è stato a lungo sommerso di insulti e sfottò perché omosessuale. A denunciarlo la madre, come riportato da I Sentinelli di Milano. Il giovane è stato preso di mira da tre compagni di classe, una volta fatto coming out, vergognosamente spalleggiati dal nuovo professore, che ha scioccato gli alunni sottolineando come «a casa mia i froci li cerchiamo e li massacriamo».

Episodi che si susseguono, mese dopo mese, con i tre bulli che gridano all’adolescente «voi (sottinteso, i gay) dovete finire tutti nei forni», dinanzi al silenzio/assenso del professore, dichiaratamente d’accordo con il neo ministro Lorenzo Fontana.

«Non so cosa accadrà a settembre. Quello che ha detto il professore contro Daniele ha rafforzato i tre bulli, che si sono sentiti autorizzati a insultarlo», commenta sconsolata la madre, con la scuola che non si è ancora espressa nei confronti dei tre ragazzi. Solo uno è stato sospeso per qualche giorno, mentre tutto tace sul futuro del professore omofobo.

«Il coraggio di Daniele ci ha stupito, più volte gli abbiamo chiesto se fosse sicuro di voler rendere pubblica la sua storia. A settembre sarà di nuovo in classe con queste persone, e non sarà facile. Ma non ha mai avuto dubbi», rimarca Luca Paladini de I Sentinelli di Milano, per un’Italia da settimana vittima di insostenibili rigurgiti estremisti, per non dire fascisti, tra minacce, insulti e pestaggi omofobi. Assordante il silenzio della politica.

Leggi   La toccante storia dietro la fotografia che svelò al mondo il dramma dell'AIDS
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...