Miss Universo, ‘vorrei un figlio gay perché mi aiuterebbe a truccarmi e a vestirmi’

Travolta dalle polemiche, la filippina Pia Wurtzbach ha subito chiesto scusa.

Eletta Miss Universo nel 2015, la modella filippina Pia Wurtzbach ha scatenato un vespaio di polemiche dopo aver rilasciato un’incredibile intervista al programma tv Tonight with Boy Abunda.

La 28enne Wurtzbach, terza filippina a far sua la corona di Miss Universo dopo Gloria Maria Diaz (1969) e Margarita Moran (1973), ha infatti confessato di volere un figlio gay, per aiutarla a vestirla e a truccarla.

Credo davvero che si prenderebbero cura di me una volta invecchiata. Questo non vuol dire che non avrei aiuto se mio figlio fosse etero, ma in base alla mia esperienza, una persona gay ha un modo straordinario di prendersi cura degli altri. Vorrei avere qualcuno al mio fianco che fosse entusiasta nel vestirmi, truccarmi, nel prendersi cura di me. Vorrei che fosse il mio migliore amico. Immagino che mio figlio sarebbe il mio migliore amico, e sarebbe gay“.

Immancabili le polemiche social, che hanno sottolineato la visione stereotipata dell’omosessualità, con un ipotetico figlio rappresentato quasi come un ‘accessorio’. Travolta dalle polemiche, la Wurtzbach ha replicato su Twitter chiedendo di non fraintendere le sue parole.

Sono sconvolta nel vedere alcuni commenti social su ciò che ho detto al TWBA. Per favore, non interpretate male quel che ho detto. Ho sempre espresso molti apprezzamenti nei confronti della comunità LGBT. Era solo un’intervista divertente, ragazzi! Non significa mancare di rispetto a nessuno. Non volevo assolutamente essere cattiva. Non volevo offendere nessuno. Mi dispiace per l’incomprensione. Vi amo tutti. Buone vacanze a tutti!“.

Effettivamente da sempre dichiaratamente al fianco della comunità LGBT, Pia è chiaramente scivolata su una buccia di banana a tinte arcobaleno, tra fastidiosi cliché e un’ironia di fondo fuori luogo e chiaramente incompresa.