Modena: i gay DS: ‘coppie di fatto in consiglio’

di

"Andremo in consiglio comunale" per "confrontarci e aprire un dibattito" su quanto sia importante "istituzionalizzare le coppie di fatto, ormai ampiamente diffuse".

CONDIVIDI
Facebook Twitter Google WhatsApp
791 0

MODENA – “Andremo in consiglio comunale” per “confrontarci e aprire un dibattito” su quanto sia importante “istituzionalizzare le coppie di fatto, ormai ampiamente diffuse”. Lo annunciano dalla segreteria DS di Modena, che si sta attivando proprio in questi giorni per diffondere il Pacs, il patto civile di solidarieta’ ideato in Francia. In Italia, spiegano, sono piu’ di due milioni le coppie di fatto etero ed omosessuali; a Modena se ne contano almeno dieci mila. “Questo secondo il censimento del 2001” ma, denuncia Ennio Trinelli, portavoce Coordinamento Omossessuali dei DS, “sappiamo che le coppie omosessuali sono state escluse” dall’analisi del censimento. Quindi, alle 10 mila coppie di fatto in citta’ “vanno aggiunte circa 3 mila coppie omossessuali”.
Oltre a sensibilizzare la cittadinanza sulla proposta di legge sul Pacs che si sta discutendo alla Camera, i diessini chiedono a livello locale di potersi “confrontare con il territorio” sul tema dei diritti alle coppie di fatto, in particolare “con i soggetti interessati dall’approvazione o meno della legge”. Prima di tutto “con le amministrazioni locali, i diversi assessorati e servizi” e poi con “le amministrazioni comunali che hanno gia’ trovato strumenti” a favore delle coppie di fatto, come per esempio “i servizi sociali”.

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...