“Morandi al Pride”. All’Ariston arriva l’invito per Bologna

Dopo la polemica per l’esibizione de I Soliti idioti, gli organizzatori del Gay Pride nazionale di Bologna invitano uifficialmente Gianni Morandi

"A Morandi non chiediamo ‘adorazioni’ dal palco dell’Ariston, ma una mano concreta per la parità di diritti delle persone omosessuali: a giugno, partecipi insieme a noi al Gay Pride nazionale di Bologna". L’invito ufficiale arriva da Emiliano Zaino, presidente del comitato Bologna Pride 2012, impegnato ad organizzare la manifestazione nazionale della comunità lgbt.

"Prendere in giro in Italia i matrimoni tra persone dello stesso sesso – dice Zaino – è un po’ come ironizzare sulle donne al volante in un paese come l’Arabia Saudita, dove alle donne non è permesso guidare. Se Morandi vuole davvero fare qualcosa di utile per le persone omosessuali e per il suo paese, venga al Bologna Pride e sostenga apertamente il diritto di gay e lesbiche a sposare la persona che amano. Al contrario dell’Ariston, qui troverà famiglie omosessuali reali e coppie gay sposate davvero".

Il Comitato Bologna Pride 2012 raccoglie le associazioni impegnate ad organizzare il pride di giugno: Arcigay, Arcilesbica, Movimento identità transessuale (Mit), Famiglie arcobaleno (genitori omosessuali), Agedo (genitori di persone omosessuali).

Ti suggeriamo anche  Bologna: la Lega tiene un convegno omofobo mentre il PD litiga per la legge contro l'omofobia in Regione