Mosca: niente gay al Festival Film d’amore

Non ci saranno storie omosessuali al festival cinematografico Volti dell’Amore, che ha aperto oggi a Mosca la sua ottava edizione.

MOSCA – Non ci saranno storie omosessuali al festival cinematografico Volti dell’Amore, che ha aperto oggi a Mosca la sua ottava edizione, e che vanta l’anteprima europea dell’ultima opera del regista danese Thomas Vintenberg.

Baci e carezze gay o lesbiche sono stati banditi dagli organizzatori del festival dei film d’amore, che chiudera’ i battenti il giorno 23, semplicemente perche’ fuori tema.

Davanti alle telecamere dell’emittente Ntv, a nome del comitato organizzatore della rassegna, Mark Rudinstein ha spiegato che “l’obiettivo principale del festival e’ mostrare tutta la bellezza dei rapporti teneri e naturali fra donne e uomini”. Quindi l’amore gay non c’entra.

Piatto forte della rassegna, sottolinea la stampa, e’ “It’s All about Love”, di Vintenberg.

Il film, stando al quotidiano Kommersant, e’ stato richiesto a molti festival ma “nessuno in Europa lo ha ancora visto” e avra’ la sua anteprima proprio nel contesto piu’ consono al soggetto.

Tra le altre opere attese da appassionati e addetti ai lavori, ci sono ‘The Secretary’ di Steven Sheinberg, ‘Spider’ di David Cronenberg, ‘Dolls’ del giapponese Takeshi ‘Beat’ Kitano e “Far from Heaven” con la conturbante performance di Julianne Moore.

Ti suggeriamo anche  Pedro Almodóvar Leone d'Oro alla Carriera alla Mostra del Cinema di Venezia
Wellness

Come riprendere l’attività fisica in palestra dopo il periodo di lockdown

Le cose da non fare in palestra dopo mesi di stop: i consigli di Gabriele Bonn per superare le prime due settimane di ripresa.

di Alessandro Bovo