Movimento gay: la scomparsa di Gianni Delle Foglie

È scomparso la notte scorsa Gianni Delle Foglie, attivista sin dagli anni ’80 del movimento gay italiano e gestore per anni della libreria Babele di Milano.

MILANO – Il movimento GLBT italiano piange l’improvvisa scomparsa di Gianni Delle Foglie, attivista storico, barese di origine e per anni gestore e animatore della prima libreria gay italiana, Babele, fondata a Milano nel 1987 nella sua collocazione originaria si Via Sammartini. Gianni viveva nel capoluogo lombardo col compagno Ivan Dragoni. La coppia nel giugno 1992 fu unita in una simbolica cerimonia pubblica di unione civile, celebrata dall’allora consigliere comunale Paolo Hutter.

Molte le testimonianze di cordoglio di esponenti gay italiani. Paolo Ferigo, presidente del Comitato Arcigay di Milano, afferma che “Gianni ci mancherà, per la sua sensibilità, per la sua disponibilità e per tutto quanto ha dato alla comunità gay lesbica e trans, dando più volte dimostrazioni di forte coraggio quando i molti ancora si nascondevano.” Tra le altre testimonianze di solidarietà, riportate per intero su GayNews, quelle di Felix Cossolo, oggi direttore di Clubbing e tra i fondatori di Babele, del presidente di Arcigay Aurelio Mancuso e del deputato Franco Grillini. A queste si aggiungono naturalmente le condoglianze della redazione di Gay.it.

 

Ti suggeriamo anche  Nel Bresciano sindaco della Lega rilancia i messaggi no-gender