Napoli, 9 famiglie arcobaleno in festa: trascritti gli atti di nascita di 11 bambini con entrambi i genitori

di

Giornata da ricordare per le famiglie omogenitoriali di Napoli.

CONDIVIDI
1.3k Condivisioni Facebook 1.3k Twitter Google WhatsApp
1992 0

Napoli in festa, nella giornata di ieri, grazie al sindaco Luigi de Magistris che ha firmato gli atti di nascita di 11 bambini, registrando entrambi i nomi dei genitori.

9 famiglie arcobaleno accolte nella Sala Giunta di Palazzo San Giacomo, sette delle quali composte da due donne e due da due uomini. Come già avvenuto a Milano con il Sindaco Beppe Sala, anche Napoli apre alle famiglie omogenitoriali, dando diritti a entrambi i genitori e soprattutto ai figli.

Oggi è’ davvero una bella giornata di gioia in cui si coniugano legalita’ e giustizia e i legami fondati sull’amore. Una giornata che cade in un momento in cui c’e’ qualcuno che pensa che le liberta’ vadano ristrette invece che riconosciute. I bambini sono tutti uguali e l’uguaglianza di diritti e’ uno dei capisaldi di ogni comunita’ e ordinamento democratico. Da oggi 11 bambini figli di coppie napoletane omogenitoriali hanno ufficialmente due genitori. Ho firmato gli atti di nascita dei bambini registrando entrambe i nomi dei genitori riconoscendo ufficialmente il loro diritto alla bigenitorialita’. In particolare, per sette coppie composte da due donne si e’ proceduto al riconoscimento della seconda mamma per bambini gia’ dichiarati alla nascita dalla mamma naturale, mentre per le due coppie di uomini, i cui figli sono nati all’estero in Paesi il cui ordinamento giuridico gia’ riconosce il secondo padre, si e’ proceduto alla trascrizione degli atti nell’anagrafe del Comune di Napoli“.

Parole del sindaco De Magristris, affiancato nel corso della cerimonia dall’assessore Alessandra Sardu, dalla delegata Simonetta Marino, e dall’avvocato Francesca Quarato di Famiglie Arcobaleno.

Dal sindaco Luigi De Magistris non potevamo che aspettarci questa conferma – commenta Marilena Grassadonia, Presidente Famiglie Arcobaleno. – Da oggi altri 11 bambini sono tutelati nei loro affetti e nella loro quotidianità. Come Famiglie Arcobaleno siamo felici di questo risultato ottenuto grazie al lavoro di squadra tra amministrazione comunale e la nostra associazione. A tale proposito un grazie va all’avvocata Francesca Quarato, del nostro gruppo legale, cha ha seguito passo passo la vicenda. Mentre sempre più sindaci seguono la strada della giustizia sociale e giuridica, confermando che è quella giusta da percorrere, i nostri figli crescono. È urgente e improrogabile che la politica nazionale si assuma le proprie responsabilità, approvando una legge chiara sulla responsabilità genitoriale che riconosca a tutte le famiglie pari diritti e medesimi doveri”.

 

Leggi   Napoli, va in ospedale e si sente dire che 'l'omosessualità è una scelta, una moda'
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...