Napoli: Giornata della memoria 2007

di

Anche nel capoluogo campano venerdì 26 un convegno per ricordare le vittime perseguitate dal nazifascismo.

CONDIVIDI
Facebook Twitter Google WhatsApp
889 0

NAPOLI – Il 27 gennaio di ogni anno il Comitato Provinciale Arcigay Antinoo di Napoli celebra “la Giornata della Memoria”, in ricordo delle deportazioni delle persone omosessuali e transessuali durante la seconda guerra mondiale. Da anni l’Arcigay si batte per il riconoscimento della pari dignità di tutte le vittime dell’olocausto (zingari, omosessuali, ebrei, oppositori politici, malati mentali, disabili, vagabondi, migranti), nonché per la tutela e la difesa di quanti per motivi razziali, etnici, religiosi, di genere , orientamento sessuale, di condizione personale e sociale, sono ancora oggi vittime dei crimini d’odio. Per tale ricorrenza l’Arcigay di Napoli organizzato un pubblico dibattito dal titolo: ”Giornata della memoria: mai più vittime dell’odio nazi-fascista”. In collaborazione con l’Assessorato alla Memoria del Comune di Napoli, l’Assessorato alla Cultura del Comune di Napoli, con il Patrocinio del Comune di Napoli, concesso dal Sindaco e con il Patrocinio della Provincia di Napoli, l’appuntamento è presso la sala Tommaso Campanella Piazza del Gesù, per il giorno 26 gennaio 2007 dalle ore 15.45 alle 19.00
Il sindaco di Napoli Rosa Russo Jervolino ha inviato una sua lettera di adesione al convegno. «La lettera personale del sindaco all’Arcigay in occasione del nostro evento per celebrare la Giornata della Memoria, che testimonia la condivisione delle nostre istanze di piena cittadinanza e pari dignità, ha per noi significato grandissimo», afferma il presidente dell’Arcigay di Napoli Salvatore Simioli. «Auspichiamo che abbia inizio un impegno fattivo delle istituzioni locali a realizzare e promuovere politiche di contrasto alla discriminazione delle persone omosessuali sul territorio, nonché azioni concrete volte all’inclusione ed al riconoscimento della pari dignità e diritti delle persone omosessuali.»
Al convegno partecipano Fabrizio Gallichi, dell’Unione Comunità Ebraiche Italiane, Riccardo Gottardi, presidente di Ilga-Europe, Francesco Lucrezi, associazione Italia-Israele, e Amnesty International, Opera Nomadi, Clabarc, Radicali Italiani. Anche Paolo Pietrosanti, già Commissario agli Affari Esteri della International Romani Union (Unione Internazionale Rom), rappresentante all’ONU del popolo Rom, sarà tra i relatori.
Per un elenco di tutte le iniziative sul territorio nazionale consultare il sito Memoria LGBT.

Guarda una storia
d'amore Viennese.

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...