Napoli: proteste contro la pubblicità col bacio gay

di

Messaggi di intolleranza al concessionario che ha diffuso l'immagine.

CONDIVIDI
333 Condivisioni Facebook 333 Twitter Google WhatsApp
13615 0

La segnalazione arriva dal Fatto Vesuviano: alcuni manifesti pubblicitari, raffiguranti due giovani ragazzi in procinto di baciarsi, hanno fatto discutere nel napoletano. Sono arrivati addirittura messaggi di protesta al concessionario per quell’immagine.

I manifesti pubblicitari sono stati realizzati dal fotografo di Terzigno, Roberto Menzione e sono visibili su tutto il comprensorio vesuviano. In particolare, però, a scatenare le proteste è il manifesto attaccato all’esterno della Statale 268 di Poggiomarino.

Era già successo durante la nostra scorsa campagna politica di avere delle critiche addirittura dal parroco durante una cerimonia. Sembra che l’immagine dei nudi femminili sia stata ormai accettata come non sconveniente mentre un semplice bacio tra due uomini crea scalpore“: ha detto Michele Iervolino di Sinistra Italia Poggiomarino, la cui lista sostenne il sindaco Leo Annunziata alle elezioni.

Ricerchiamo le origini di questi atteggiamenti in un perbenismo stucchevole che crede di trovare esempi di moralità e di amore soltanto nella coppia classica e non nell’Amore con la A maiuscola. Invece noi crediamo che l’amore che fa girare il mondo è universale e non si ferma di fronte a sesso, religione o idee politiche“, ha detto sempre Iervolino.

Bisogna educare e partire dai più giovani e dalle scuole per annullare i comportamenti discriminatori e permettere a ognuno di vivere liberamente le proprie emozioni. La nostra solidarietà va al giovane fotografo che ha saputo non solo cogliere l’attimo più puro è più bello dell’amore ma ha avuto il coraggio di mettersi in gioco in un contesto storico economico non proprio facile per le nuove realtà imprenditoriali“.

Leggi   Chiamatemi Helen, il Popolo della Famiglia contro la Rai per il film a tematica trans: 'azione ideologizzante'
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...