Nemi, potrebbe essere della transessuale Ximena Garcia il cadavere trovato nel lago

Sarebbe della 32enne argentina Ximena Garcia il corpo senza vita trovato nel lago di Nemi. Del caso se n’era occupato anche Chi l’ha Visto.

Del suo caso se n’era occupato più volte Chi l’ha Visto, fino alla triste scoperta di ieri.

Il corpo senza vita e in avanzato stato di decomposizione di Ximena Garcia, transgender argentina di 32 anni da due anni sposata con un meccanico di Lanuvio, ai Castelli Romani, sarebbe stato ripescato da un pescatore nel lago di Nemi. Il riconoscimento del cadavere, il cui volto è apparso irriconoscibile, è avvenuto grazie ad alcuni segni particolari, ovvero un tatuaggio sulla schiena e il telefonino con la sim della donna, trovato in tasca. Solo l’esame del dna potrà comunque stabilirlo con certezza. Ora bisognerà capire se Ximena sia annegata, ma appare difficile visto e considerato che è stata ritrovata completamente vestita, oppure uccisa e gettata in acqua.

La donna era sparita il 22 gennaio scorso dalla sua casa di Lanuvio. A denunciarne la scomparsa il marito Stefano Santucci, due giorni dopo l’essersi volatilizzata. Sul corpo della donna non ci sarebbero evidenti segni di violenza, ma il magistrato  Giuseppe Travaglini  ha comunque disposto l’autopsia, in programma al policlinico di Tor Vergata.

Nella puntata di Chi l’ha visto del 7 febbraio scorso il marito Santucci era apparso in lacrime, disperato per la sua scomparsa, dopo aver raccontato di un banale litigio avvenuto la notte precedente alla sparizione, dal quale ne era uscito con alcuni graffi sul viso. Ximena è scomparsa senza portar via cellulare nè chiavi di casa.

Ti suggeriamo anche  Padre fa violentare il figlio di 11 anni dalla nuova compagna: Credeva fosse gay