Nepal: la Corte Suprema impone leggi a favore dei gay

Il massimo tribunale dello stato himalayano costringe il governo a predisporre norme che garantiscano e tutelino i diritti delle persone omosessuali, finora inesistenti.

La Corte Suprema del Nepal ha imposto al governo di legiferare in favore dei diritti degli omosessuali. Lo ha stabilito il tribunale dopo un’udienza, fa sapere il portavoce della Corte Til Prasad Shrestha.

Finora nel paese non esistono leggi specifiche per i gay e non sono riconosciuti i matrimoni tra persone dello stesso sesso.

Secondo l’associazione gay nepalese Blue Diamond, i gay nello stato himalayano sono 20mila e mille le lesbiche su una popolazione di 27 milioni di persone.