Netflix, via dalla Carolina del Nord dopo la legge transfobica

OBX, nuova serie di Jonas Pate, non sarà più girata nel North Carolina a causa della celebre legge contro i ‘bagni per i transgender‘.

Netflix ha salutato il North Carolina spostando la produzione del nuovo show OBX a causa della contestatissima House Bill 2 (HB2), legge transfobica dello Stato.

Il chiacchieratissimo disegno di legge, approvato nel 2016, impone ad ogni uomo e ogni donna di accedere alla toilette pubblica corrispondente al proprio sesso biologico, secondo il certificato di nascita. Una legge contro le persone transgender, poi modificata ma sempre discriminante.

Netflix ha preso in considerazione la possibilità di girare OBX a Wilmington, nella Carolina del Nord, perché è qui che la trama è ambientata. Jonas Pate, creatore dello show, è nato proprio a Wilmington, ma il colosso streaming ha deciso di spostare l’intera produzione nel Sud Carolina.

Pate, che vorrebbe girare la sua serie nella sua città, non demorde, ma è difficile che Netflix possa nuovamente cambiare idea. Serie da 10 episodi, OBX seguirà quattro adolescenti in una città immaginaria di Outer Banks, in un’estate per loro ricca cambiamenti, dopo che un uragano ha interrotto tutte comunicazioni con le isole.

Ti suggeriamo anche  We Share, partecipa alla 2a importantissima ricerca dell'UE sulle persone LGBTI