New York, farmaci gratis per prevenire l’HIV dopo il sesso

di

Nelle prime 36 ore dal rapporto a rischio è possibile prevenire la replicazione del virus HIV nell'organismo. Ma in pochi lo sanno. A New York la fondazione di...

CONDIVIDI
Facebook Twitter Google WhatsApp
3469 0

Trentasei ore, un tempo dopo il quale se si è avuto un rapporto non protetto non si potrà fare più nulla se non aspettare che passino dai tre ai sei mesi e fare il test per verificare di non essere stati infettati dal virus HIV. In quelle prime 36 ore dopo il rapporto a rischio, però, qualcosa è ancora possibile fare: prendere un cocktail di farmaci per bloccare l’ingresso del virus nel sangue. Si chiama profilassi post esposizione e sia per i costi che per gli effetti collaterali, è una possibilità che non viene granché pubblicizzata.

A New York, però, la Elton John AIDS Foundation ha annunciato che pubblicizzerà l’esistenza di questa possibilità nella comunità lgbt della città e la offrirà gratuitamente a chi ne farà richiesta. Il volantino che sarà in distribuzione nei locali raffigura un ragazzo che ha alle spalle un grande contatore del tempo che parte da 36. "Hai vuto sesso non protetto?" chiede la scritta "Puoi prevenire l’infezione".

Anche in Italia è disponibile la profilassi post esposizione. Si tratta di assumere i farmaci anti hiv, gli stessi usati per chi è già sieropositivo, per 28 giorni dopo i quali si può avere la ragionevole certezza di aver bloccato la replicazione del virsu nell’organismo.

Guarda una storia
d'amore Viennese.

Leggi   La parola all'esperto: HIV e AIDS, due mali ancora poco conosciuti
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...