Niente go go boys per Gloria Gaynor: “Sono molto religiosa”

La cantante, divenuta icona gay con “I will survive” ha chiesto che non ci fossero ragazzi a petto nudo durante la sua esibizione in un locale gay di West Hollywood: “Non sono omofoba, solo religiosa”

Cose che da un’icona gay come lei nessuno potrebbe immaginare di sentire. Eppure Gloria Gaynor, voce dell’intramontabile “I will survive”, chiamata a cantare la sua ultima canzone in un noto locale gay West Hollywood, l’Abbey, ha chiesto espressamente che davanti a lei non si esibissero ragazzi a torso nudo. Niente go go boys, insomma, almeno durante la sua esibizione.

Secondo quanto riporta TMZ la 64enne cantante avrebbe rivolto questa bizzarra richiesta ai gestori del locale non perché, a suo dire, sfiorata da pensieri omofobi, ma solo perché “profondamente religiosa”. E dire che i go go boys sono una delle attrazioni più popolari dell’Abbey.

Un portavoce di Gloria Gaynor avrebbe precistato che la cantante è una forte sostenitrice della parità e che si sforza di non scattare mai foto con uomini a torso nudo né con donne vestite in maniera provocante. L’esibizione, quindi, è cominciata in ritardo: giusto il tempo di mandare nei camerini i ragazzi in slip che avrebbero dovuto ballare sulle note della canzone di Gloria Gaynor.