Nigeria: coppia gay costretta a fare sesso in pubblico

Trascinati fuori dalla loro casa e costretti a fare sesso davanti ad una folla che li sbeffeggia e li riprende con i cellulari. Il video è stato poi condiviso sui social network. Succede in Nigeria.

Ancora uno sconcertante episodio di omofobia dalla Nigeria. Una folla di persone ha costretto una coppia gay ad uscire da casa loro e a fare sesso mentre venivano ripresi dalle videocamere dei cellulari. Nel video si sentono le persone radunate mentre sbeffeggiano i due uomini costretti a masturbarsi tra loro e poi ad avere un rapporto completo.

Secondo alcune fonti nigeriane, il video è stato girato a Port Harcourt, nel sud del paese, lo scorso 28 gennaio.

Secondo quanto riporta GayStarNews, la coppia sarebbe stata costretta ad uscire di casa per ripetere gli “atti omosessuali” che si presume compissero nel privato delle mira domestiche. Il video realizzato sarebbe poi stato condiviso sui social network.

A favorire l’azione sarebbe stata la legge contro l’omosessualità recentemente approvata dalla Nigeria che dà a chiunque la possibilità di perpetrare atti di giustizia privata contro le persone gay.

“Non vanno alla polizia perché sanno che gli agenti non fanno altro che chiedere soldi – ha spiegato l’attivista nigeriano Bisi Alimi a GayStarNews -. Quindi applicano le punizioni da soli, ma nessun giudice ha stabilito che queste persone sono colpevoli”.

Ti suggeriamo anche  In Botswana, inizia oggi un ricorso per depenalizzare l'omosessualità