Nuova campagna “Gay help line”. Spot su MTV

Presentata la nuova campagna di comunicazione del numero verde di aiuto alle persone lgbt. Spot su Mtv: “Tua figlia è lesbica? Se non riesci a parlare con lei parla con noi”. Presente anche Polverini

Abbattere il muro dell’incomunicabilita’ tra persone lesbiche, gay e trans e le loro famiglie: e’ questo l’obiettivo della nuova campagna di comunicazione di "Gay help line", il numero verde contro l’omofobia e la transfobia, presentata nella sede della Regione Lazio dalla governatrice Renata Polverini e dal presidente dell’Arcigay Fabrizio Marrazzo. Lo spot televisivo dal titolo "Coming out e visibilita’" rientra nella campagna di comunicazione finanziata dalla Regione con 80 mila euro ed e’ incentrato sul rapporto tra padre e figlia ("Tua figlia e’ lesbica? Se non riesci a parlare con lei parla con noi. Gay help line").

"È un messaggio molto importante – ha spiegato Polverini – indirizzato direttamente alle famiglie e ai loro figli se sono gay, lesbiche o trans. È un impegno che avevo preso in occasione di alcuni episodi di cronaca di intolleranza e discriminazione che hanno richiamato la nostra attenzione. Le istituzioni hanno il dovere di far evolvere la societa’ e noi dobbiamo aiutare non solo queste persone ma anche le loro famiglie. Allo stesso tempo, questo e’ un messaggio diretto alle giovani generazioni, che devono vivere in maniera piu’ serena questo stato e devono rinnegare la violenza e l’intolleranza".

Lo spot sarà diffuso sull’emittente televisiva Mtv, il più importante canale musicale rivolto ai giovani, a partire da domenica 28 novembre fino al 12 dicembre. "La presidente Polverini – ha ricordato il presidente dell’Arcigay Marrazzo – si è subito resa disponibile a darci un supporto. Questa campagna offre uno spunto di riflessione a tutti quei genitori che non conoscono le tematiche dell’omosessualità o che non riescono a comunicare con i loro figli".

Ti suggeriamo anche  Filippine, la Corte Suprema accoglie due petizioni pro-matrimonio egualitario

Oltre al sostegno alla campagna di comunicazione di "Gay help line", la governatrice ha assicurato l’aiuto della Regione per la creazione di una biblioteca dedicata al tema dell’omosessualità.