Nuove Famiglie: a Roma un dibattito sulla natura dell’amore

Venerdì 15, alla vigilia del Pride nazionale, all’Università degli Studi Roma 3 si tiene una tavola rotonda intitolata: “La natura dell’amore. Omofobie, famiglie e diritti”.

ROMA – Tavola rotonda venerdì pomeriggio sui temi legati all’orientamento sessuale e ai diritti di piena cittadinanza all’Università degli Studi Roma Tre. “La natura dell’amore. Omofobie, famiglie e diritti” è il titolo scelto per un incontro pubblico che si tiene dalle ore 16 in poi presso l’Aula VIII della Facoltà di Scienze della Formazione dell’Università degli Studi Roma Tre, Piazza della Repubblica, 10.

Gli organizzatori di Di’Gay Project notano che “il dibattito intorno alle questioni dei diritti e del riconoscimento della comunità GLBT ha assunto negli ultimi mesi toni di una violenza devastante; la recrudescenza di un pesante clima omofobo ha ricadute sulla qualità della vita delle persone omosessuali e transessuali, fino all’estremo del suicidio del giovane Matteo a Torino che ne rappresenta la sintesi drammatica. Questa iniziativa nasce dall’esigenza di interrogarsi, partendo da considerazioni di tipo antropologico, sulla questione dell’uso distorto dei termini "naturale" e "innaturale", e di fornire risposte alle richieste di aiuto che quotidianamente arrivano da gay e lesbiche.”

Partecipano all’incontro Francesco Pompeo, coordinatore Osservatorio sul razzismo e le diversità "M.G.Favara" dell’Università di Roma Tre; Maria Ciccopiedi, Psicologa e psicoterapeuta; Luca Trappolin, ricercatore del Dipartimento di Sociologia Università degli Studi di Padova; Michela Fusaschi, ricercatrice Docente di Antropologia culturale e sociale Università Roma Tre; Domenico Rizzo, ricercatore Storia contemporanea Università degli Studi "L’Orientale" di Napoli, dove insegna Storia delle donne e dell’identità di genere. In conclusione interviene Imma Battaglia. L’incontro, che si inserisce nell’ambito del programma di eventi organizzati in occasione del Osservatorio sul Razzismo.

Ti suggeriamo anche  Aggressione omofoba a Roma: in tre pestano un 21enne