Nuovo codice militare spagnolo bandisce gli insulti omofobi

di

Il nuovo codice militare spagnolo bandisce gli insulti razzisti, maschilisti e omofobi. Prevista anche l'espulsione per i recidivi. Qualsiasi atto di discriminazione viene considerato colpa grave.

CONDIVIDI
Facebook Twitter Google WhatsApp
1739 0

Il nuovo codice penale delle forze armate spagnole approvato dal Consiglio dei Ministri punisce gli insulti xenofobi, razzisti, omofobi e maschilisti con dieci giorni di sospensione senza stipendio, mentre qualsiasi atto di discriminazione viene considerato colpa grave (punibile con l’arresto): per i recidivi è possibile anche l’espulsione dall’arma di appartenenza.

Come riporta il quotidiano spagnolo El Pais, tra le novità figura anche l’estensione alle amministrazioni e alle bandiere regionali (quindi anche quella catalana o basca) del reato di vilipendio. Inoltre, viene considerata una colpa grave la mancata osservanza delle norme internazionali nelle missioni all’estero, nonché la mancata obbedienza agli ordini di superiori appartenenti ad eserciti di altri Paesi ma dai quali i militari spagnoli dipendano nel quadro di organizzazioni od operazioni multinazionali.

Guarda una storia
d'amore Viennese.

Leggi   Depressione e autolesionismo nelle persone LGBT
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...