Nuovo Galles: verso la legalizzazione le adozioni gay

Dopo l’Australia occidentale e Canberra, anche lo stato di Sydney si avvia ad approvare una legge che permetta alle coppie gay di adottare bambini. Testo passato alla Camera, adesso tocca al Senato.

La Camera dei deputati del Nuovo Galles del Sud (la cui capitale è Sydney) ha approvato dopo un acceso dibattito un disegno di legge che consente alle coppie gay di adottare bambini. Il ‘voto di coscienza’, non legato a direttive di partito, è stato di 46 a 44. Se il disegno di legge passerà al Senato permetterà alle coppie gay di adottare, come già avviene in Australia occidentale e nel territorio della capitale (Canberra). L’incertezza del voto illustra le profonde divisioni in merito fra i parlamentari.

Hanno votato a favore sia la premier laburista Christina Keneally, devota cattolica, sia il leader dell’opposizione conservatrice Barry O’Farrell. Keneally ha detto di aver considerato la sua fede, le osservazioni di genitori omosessuali e la sua esperienza di madre. Soddisfatta la Gay and Lesbian Lobby. "I bambini hanno diritto ai migliori genitori possibili e di crescere in ambienti affettuosi e stabili, qualunque sia la struttura della famiglia", ha detto un portavoce. Esprime disappunto invece il Council of Churches, che spera che lo scarto minimo nella votazione persuada i senatori a votare contro.

Ti suggeriamo anche  Australia, è ufficiale: stravincono i sì al matrimonio egualitario