Obama ai giovani leader africani: “L’omofobia è come il razzismo!”

di

Prosegue la lotta del presidente contro l'intolleranza che regna nel continente africano

CONDIVIDI
Facebook Twitter Google WhatsApp
3368 0

Il presidente Obama si è rivolto ai a giovani leader africani ricordando che l’omofobia è frutto della stessa mentalità che alimenta il razzismo, e che dovrebbero essere più aperti nei confronti della comunità gay.
Obama si è così espresso parlando durante un vertice di tre giorni organizzato per la Young African Leaders Initiative a Washington DC.
Ho parlato molto di questo argomento durante il mio ultimo viaggio in Africa, e la risposta era sempre -oh, oh, non vogliamo parlare di queste cose -, ma il nocciolo della questione è che si sta trattando persone in modo diverso solo a causa di chi amano e chi sono; in ogni caso c’è un’evidente connessione tra questa mentalità e la mentalità che ha portato al razzismo e ai conflitti etnici. Accettare passivamente questa situazione significa non essere in grado di riconoscere qualcun altro come un essere umano“.

Il presidente ha continuato confrontando l’oppressione dei neri in Africa causata dell’imperialismo europeo con la situazione della comunità Lgbt locale: “Non ci si può lamentare di una situazione, se si sta costringendo qualcun altro a subire lo stesso trattamento“.
Durante la sua visita in Africa di qualche settimana fa, Obama ha mantenuto le promesse “bacchettando” i vari leader politici per la situazione di intolleranza e omofobia ampiamente diffusa nel continente.

Leggi   Utente di un gioco online vittima di omofobia: responsabili dell'attacco bannati a vita
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...