Obama in campagna elettorale: “Ecco cos’ho fatto per i gay”

di

Una tabella ripercorre, con i colori rainbow, tutti i provvedimenti, le iniziative e le azioni dell'amministrazione uscente a favore della comunità lgbt. Basterà a ottenerne ancora l'appoggio?

CONDIVIDI
Facebook Twitter Google WhatsApp
1517 0

In piena campagna elettorale per le presidenziali del 2012, Barack Obama ha diffuso, tra l’altro, anche l’elenco delle cose fatte a favore della comunità lgbt statunitense.

Uno dei più popolari blog lgbt d’oltreoceano, Queerty, commenta così la presidenza Obama: "Tutti ci lamentiamo di Obama perché non si è ‘evoluto’ in tema di eguaglianza dei matrimoni e per non aver firmato ordini esecutivi per fermare il congedo dei soldati gay (prima dell’abolizione del Don’t Ask Don’t Tell, ndr) e le espulsioni delle coppie gay di due nazionalità, ma è solo perché sappiamo che lui è la migliore chance che abbiamo mai avuto per raggiungere l’uguaglianza sotto un presidente statunitense".

Per ricordare ai gay, alle lesbiche, ai bisex e alle persone trans statunitensi quello che l’amministrazione Obama ha fatto per loro in questi anni, lo staff del presidente ha prodotto un’infografica su sfondo rainbow che parte dal 17 giugno del 2009, quando ha ordinato al governo federale di estendere ai partner gay dei dipendenti federali i benefici fondamentali di cui godon le coppie etero, passa per la firma che ha trasformato in legge il Matthew Shepard And James Byrd Jr. Hate Crime Prevention Act, per l’abolizione del divieto di ingresso negli States a persone malate di Aids, fino alla firma dell’abolizione del Don’t Ask Don’t Tell e all’aver rafforzato il diritto dei partner gay di assistersi in ospedale e di prendere decisioni l’uno per conto dell’altro di caso di malattia. Basterà a far sì che la comunità lgbt lo appoggi di nuovo? Come dice Queerty "è l’unica chance per tentare di raggiungere l’uguaglianza". Lo era nel 2009 e lo è ancora.

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...