Obama punta sulle nozze gay e sui voti lgbt per vincere

di

Le primarie non ci sono ancora state, ma la campagna elettorale per la presidenza degliUsa è già in corso. Il presidente uscente sembra puntare sui voti della comunità...

CONDIVIDI
Facebook Twitter Google WhatsApp
1688 0

I presupposti ci sono tutti perché a correre per la seconda poltrona più importante d’America ci sia lei, Condoleeza Rice. Del resto, se c’è già stato un presidente nero, perché non può esserci una videpresidentessa nera? Voci accreditate parlano di un ritorno in pista dell’ex Segretario di Stato come numero due del candidato repubblicano. E potrebbe essere una sfida tra donne dato che, a quanto pare, Obama vorrebbe sostituire l’attuale vice, Joe Biden, con Hillary Clinton.
Sul fronte democratico, invece, sembra proprio che il presidente uscente stia concentrando le sue attenzioni sulla comunità lgbt a stelle e strisce, già fondamentale nella prima elezione, ma un po’ delusa da alcune mancate prese di posizione del presidente durante il suo mandato.

Prima fra tutte quella sulle nozze gay. Ed è proprio su questo che sembrerebbe puntare la campagna elettorale del primo presidente nero degli Stati Uniti, come comfermerebbe la lettera di congratulazioni mandata ad una coppia gay sposatasi a luglio. Anche se una presa di posizione netta su un argomento politicamente complesso rischia di allontanare l’ala moderata del suo partito e di prestare facilmente il fianco agli attacchi, già su questi argomenti spietati, dei repubblicani.
Non si sa ancora, comunque, chi sarà l’avversario repubblicano di Obama: la corsa al momento sembrrebbe essere a due, tra Newt Gingrich e Mitt Romney. Quest’ultimo si è già distinto per le sue posizioni fortemente avverse alle nozze gay e alle adozioni da parte delle coppie omosessuali. 

Leggi   Portavoce di Trump allontanata da un ristorante, la titolare: "L'ho fatto per i miei dipendenti gay"
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...