Ok a gay palestinese per trasferimento a Tel Aviv

di

Un giovane gay palestinese che vive a Jenin è stato autorizzato da Isarele a trasferirsi a Tel Aviv dal compagno. In Cisgiordania aveva ricevuto minacce di morte per...

CONDIVIDI
Facebook Twitter Google WhatsApp
972 0

Le autorità militari israeliani hanno concesso il trasferimento di un giovane gay palestinese a Tel Aviv, la capitale dllo stato isreliano. Il giovane, che risede in una delle zone più a rischio della Cisgiordania, il campo profughi di Jenin, aveva ricevuto minacce di morte per la sua storia d’amore col compagno isrealiano. "Per ragioni umanitarie", questa la motivazione dell’autoirzzazione al trasferimento concessa dall’esercito isrealiano, la prima del genere in quella terra.

L’uomo palestinese di 33 anni e il compagno israeliano di 40 avevano chiesto da tempo domanda di residenza a Tel Aviv ma senza mai avere risposta. i due si sono allora rivolti direttamente ad un generale dell’esercito, Yosef Mishlav, che ha subito dato l’autorizzazione in considerazione «delle minacce di morte che il palestinese riceveva a Jenin a causa della sua relazione omosessuale con un cittadino israeliano».

Leggi   Diritti Umani, Paola Binetti eletta vicepresidente: Comparò l'omosessualità alla pedofilia
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...