L’attentatore di Orlando frequentava il Pulse e aveva un profilo dating?

di

Secondo due drag Mateen "era già stato almeno tre volte al Pulse". E venne anche cacciato per aver puntato un coltello ad un amico

CONDIVIDI
106 Condivisioni Facebook 106 Twitter Google WhatsApp
5873 0

Secondo il The Canadian Press questo sarebbe l’ultima sconvolgente notizia sulla questione ormai intricatissima della strage di Orlando, che lo ricordiamo, ha visto morire 49 innocenti in un club gay della città, il Pulse.

E proprio quel club gay apparentemente sarebbe stato frequentato in passato anche dall’attentatore, Omar Mateen: “Una coppia di drag ha raccontato di aver visto moltissime volte Mateen al locale. Spesso è stato cacciato fuori perché era troppo ubriaco, una volta ha puntato anche un coltello ad un suo amico”, riporta il giornale. Le performer raccontano di averlo visto sicuramente almeno tre volte prima dell’assalto.

“Mateen aveva visto molti uomini baciarsi, è assurdo che si possa essere scandalizzato per due ragazzi a Miami come racconta il padre”, aggiungono.

A questo si aggiunge un altro dato: un tale Kevin West ha raccontato a MSNBC che Mateen lo avrebbe contattato tre mesi fa su un’app di gay dating, “Jack’d”. L’uomo racconta che Omar gli avrebbe chiesto quali locali gay frequentare e in quali avrebbe potuto trovare droga.

È prematuro trarre conclusioni: l’uomo potrebbe aver utilizzato questo diversivo per fare dei sopralluoghi sul posto e analizzare la situazione, e questo confermerebbe l’attenta premeditazione. Nulla è ancora da escludere.

I nomi e i volti delle vittime di Orlando > > >

orlando_vittime_cover copy

Tutto ciò che c’è da sapere sulla strage di Orlando > > >

orlandostragepulse

Leggi   Portavoce di Trump allontanata da un ristorante, la titolare: "L'ho fatto per i miei dipendenti gay"
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...