Omofobia a Cagliari, branco gli spacca una bottiglia in testa

La vittima, un 17enne, è stata aggredita alla stazione ferroviaria.

Episodio di violenza a Cagliari che avrebbe come movente l’omofobia: un giovane è stato aggredito da cinque persone.

Brutto weekend per un ragazzo di 17 anni di Cagliari, che è stato vittima prima di bullismo e poi di un pestaggio alla stazione del capoluogo sardo. Entrambi sarebbero casi di omofobia.

Secondo quanto riporta il giornale locale Vistanet, il giovane, dopo aver passato una giornata al mare con un’amica, sarebbe stato preso di mira sull’autobus da un gruppo di ragazzi, che l’avrebbe sbeffeggiato con insulti omofobici e un video che lo ritraeva.

stazione di cagliari
La stazione delle FS di Cagliari.

Il ragazzo a quel punto avrebbe lasciato l’autobus per tornare a casa in treno. Alla stazione di Cagliari però sarebbe stato avvicinato da un gruppo di persone, forse gli stessi dell’autobus, che l’avrebbe deriso e aggredito con una bottiglia di vetro e con un calcio.

Il diciassettenne è riuscito a rifugiarsi nel bar della stazione. Dopo essere stato medicato ha sporto denuncia insieme ai genitori.

Ti suggeriamo anche  "I migranti gay vanno accolti se a rischio nei loro Paesi": la sentenza della Cassazione