Omofobia e forze dell’ordine: summit per il decennale di Polis Aperta

di

Convegno europeo per parlare di discriminazioni nelle forze armate e lotta all'omofobia.

CONDIVIDI
Facebook Twitter Google WhatsApp
6321 0

“Forze di Polizia contro omofobia e transfobia. È questo il titolo della conferenza europea che Polis Aperta, l’associazione che riunisce gli appartenenti alle Forze di Polizia e Forze Armate italiane LGBTI, ha organizzato per il 13 aprile prossimo, in collaborazione con l’ E.G.P.A. (European GLBTI Police Association). L’evento, che si svolgerà a Torino presso la Sala Bobbio in Via Corte d’Appello nr. 16, ha ottenuto il patrocinio di Regione Piemonte, Città Metropolitana di Torino, Comune e Polizia Locale di Torino, O.S.C.A.D. (Osservatorio contro gli atti discriminatori), Coordinamento Torino Pride e del Consolato Generale degli Stati Uniti a Milano che invierà un osservatore.
Una giornata per confrontarsi sui temi delle discriminazioni, a partire da quelle che si verificano all’interno dei corpi di polizia. Un argomento di cui si parlerà con i delegati dei sindacati Confederali e di Polizia italiani ed europei, alcuni rappresentanti di EuroCop provenienti da diversi Paesi Europei e i rappresentanti dell’E.G.P.A. guidati dal presidente Herman Renes della Polizia Olandese. È prevista anche la testimonianza di un agente della Polizia Locale che racconterà della sua transizione da femmina a maschio.

Nel pomeriggio sarà il momento delle discriminazioni ai danni dei cittadini lgbt e del ruolo che le forze dell’ordine possono avere nel contrasto ai fenomeni di omofobia. A questa parte della conferenza, parteciperanno l’On. Giovanna Martelli, Consigliera del Presidente del Consiglio dei Ministri in materia di Pari Opportunità e l’europarlamentare austriaca On. Ulrike Lunacek, vicepresidente del Parlamento Europeo, con un suo video messaggio. Saranno inoltre presenti le istituzioni a livello locale e regionale, i rappresentanti della Questura, dell’Arma dei Carabinieri, della Polizia Locale e dell’UNICRI (United Nations Interregional Crime and Justice Research Institute).
La conferenza è anche l’occasione per celebrare i primi 10 anni di attività di Polis Apertainsieme alla comunità lgbt torinese e con la presenza di Daniele Viotti, europarlamentare del Pd e co-presidente dell’intergruppo LGBT.
“Questi primi 10 anni di Polis Aperta sono un punto di arrivo che ci piacerebbe festeggiare con il passaggio del testo Cirinnà sulle unioni civili – commenta la Presidente di Polis Aperta, Simonetta Moro -, ma anche un nuovo punto di partenza per il riconoscimento di pieni diritti per i cittadini lgbt. L’obiettivo della conferenza è di unire le forze con politica, sindacati, forze dell’ordine e società civile nella battaglia per l’uguaglianza e la giustizia”.

Leggi   Verona ospiterà il World Congress of Families: nello spot anche i faccioni di Salvini e Fontana
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...