Omofobia contro il progetto Prodigio Divino: “Qualche decennio fa eravate nei lager”

L’azienda che commercia vino a sostegno di progetti contro l’omofobia ha sporto denuncia.

Un’allusione nazista è comparsa sotto un post del Corriere della Sera: destinatario un’azienda vinicola che combatte l’omofobia.

L’articolo del quotidiano racconta la storia di Prodigio Divino, un’impresa enoica nata dalla coppia di stilisti Bruno Tommassini ed Edoardo Marziari, insieme al conduttore Fabio Canino, che reinveste parte degli introiti ricavati dai vini in progetti contro il bullismo e l’omofobia.

L’azienda produce vini rossi e bianchi dalle vigne toscane di Marciano della Chiana, nell’aretino, commercializzati con le eccentriche etichette Vinocchio e Uvagina.

Una storia che ha attirato il commento nazista di un utente coperto da nickname ma con simpatie politiche molto esplicite, come si intuisce dalla bandiera di Forza Nuova nella foto profilo: “E pensare che qualche decennio fa vi facevano indossare un pigiamino a righe con il fiocchetto rosa”.

Omofobia

Prodigio Divino ha successivamente risposto dalla sua pagina Facebook: “Siccome non hai il coraggio di metterci la faccia, ti abbiamo denunciato alla Polizia Postale. Ci vedremo in Tribunale”.

Ti suggeriamo anche  Europee: M5s a fianco degli omofobi: 'le energie più fresche e alternative in Europa'
Storie

Milano Pride 2020: un ALTRO PRIDE nella forma ma non nella sostanza

L’edizione 2020 di Milano Pride sarà contraddistinta da un programma di eventi virtuale che contribuirà attivamente alla ripresa della città con un’attività di fundraising.

di Federico Boni