Omosessuali filippini temono nuovo Pontefice

Gli omosessuali filippini temono che la Santa Sede prosegua con il nuovo pontefice Benedetto XVI, la sua politica di condanna dei gay.

MANILA – Gli omosessuali filippini temono che la Santa Sede prosegua con il nuovo pontefice Benedetto XVI, la sua politica di condanna dei gay sperando in un intervento divino per modificare le opinioni del nuovo Papa, conservatore, sul tema.

L’Organizzazione progressista dei gay (Progay), principale gruppo di difesa degli omosessuali filippini, paese a maggioranza cattolica, ha inviato oggi i suoi auguri al nuovo papa ricordando che il Vaticano ha “una lunga storia di repressione dei gay nella Chiesa”.

Il portavoce del gruppo, Mykhel Falguera, ha detto che “i nostri migliori auguri al nuovo Papa sono moderati dal timore di assistere alla condanna del Vaticano nei confronti degli omosessuali, delle lesbiche, dei bisex e dei transessuali nel mondo”.

Storie

Iginio Massari, cremini arcobaleno per tutti gli amori

Nuova creazione da parte del celebre pasticcere, che ha così voluto celebrare l'amore LGBT.

di Federico Boni