“Omosessualità è contronatura”, insegnante sotto inchiesta e materiale didattico sequestrato

In Spagna un’insegnante omofoba è stata denunciata dai suoi studenti.

La docente che ha utilizzato del materiale discriminatorio sull’omosessualità potrebbe rispondere del reato di “Incitamento all’odio”.

Niente omofobia sui banchi di scuola della Spagna. Un’insegnante di religione è stata segnalata dai suoi studenti per aver proposto del materiale in cui l’omosessualità viene condannata sulla base dei precetti del Catechismo cattolico.

Sul caso è intervenuto il Consiglio per l’Educazione della Comunità Valenciana, la regione autonoma in cui si trova l’istituto. Sui testi forniti dalla docente alla classe si legge che “L’omosessualità è contronatura e contraddice il piano di Dio che ha creato l’uomo e la donna”, che “è una condizione di grave disordine morale” e che “va curata”.

Il materiale didattico è stato infine sequestrato e la docente potrebbe essere chiamata a rispondere del reato di “incitamento all’odio” previsto dall’articolo 501 del codice penale spagnolo.

Alcune frange del mondo cattolico spagnolo parlano di dittatura LGBTI sulla Spagna e lamentano dell’impossibilità per i docenti di religione di insegnare i precetti del Catechismo.

Ti suggeriamo anche  Legge contro l'omofobia: la commissione cultura in Calabria approva il testo all'unanimità