Decriminalizzazione dell’omosessualità: tocca allo Sri Lanka?

La promessa arriva dal vice-avvocato generale del governo.

Nerin Pulle, vice-avvocato generale del governo dello Sri Lanka (piccolo Stato insulare dell’Asia), ha garantito che le autorità del Paese lavoreranno per la decriminalizzazione dell’omosessualità.

L’annuncio è giunto a margine della terza Revisione periodica universale del Paese da parte del Consiglio per i Diritti Umani delle Nazioni Unite (Onu). Al termine della Revisione il Consiglio ha formulato sette raccomandazioni specifiche di emendamento del Codice Penale dello Sri Lanka, che criminalizza l’omosessualità, e altre sei relative alla discriminazione scontata dalla comunità LGBT in quel Paese.

Pulle ha garantito che il governo è determinato a riformare il Codice e che le sopracitate misure contro le discriminazioni LGBT verranno presto esplicitate nel contesto del diritto nazionale, pur senza fornire tempistiche precise.

Donne

Renault Clio, il meraviglioso spot con una storia d’amore lesbica – video

130 secondi di pure emozioni arcobaleno. Vedere per credere.

di Federico Boni