Onda Pride 2018, Bergamo dà il via alla festa – 28 pride in 84 giorni

28 cortei in totale, ovvero 3 in più dello scorso anno, con Bergamo, Campobasso, Novara, Pompei, Siena, Ostia, Salerno e Trento al loro debutto assoluto.

Non poteva che essere una debuttante, a dare il via alle danze.

Bergamo ha ufficialmente fatto partire l’Onda Pride 2018, con la sua prima storica sfilata per le vie della città. Da oggi, 19 maggio, all’11 agosto, giorno del Salento Pride, avremo 28 città interessate in 84 giorni, per quello che sarà un meraviglioso, festante e colorato tsunami rainbow che travolgerà il Bel Paese.

In un Paese in piena paralisi politica – dichiara Gabriele Piazzoni, segretario nazionale Arcigayin cui la questione diritti scivola costantemente in fondo alla lista degli impegni dei governi e dei partiti, sono strade e piazze i luoghi in cui ribadire e denunciare l’insufficienza delle politiche di inclusione delle differenze e di contrasto alle discriminazioni di gay, lesbiche, bisessuali e trans. Quest’anno l’Onda Pride è stata preceduta da una sorta di gara al ribasso tra sindaci di diversi colori politici, che negando patrocini e adesioni alle nostre manifestazioni hanno dato dimostrazione tangibile dell’arretratezza della nostra classe politica. L’orizzonte della piena uguaglianza pare non interessare questi amministratori, perciò è ancora più importante quest’anno portare nelle strade una mobilitazione fragorosa, piena di persone orgogliose e determinate, perché dalle strade deve ripartire la richiesta di diritti civili e social, più forte di qualsiasi opposizione, ostacolo o codardia. Appuntamento allora domani a Bergamo e da lì in tutte le altre 26 città di questa lunga stagione dell’orgoglio. La nostra onda è forte, impossibile fermarla”.

Ti suggeriamo anche  Malesia: due donne frustate pubblicamente in piazza perché lesbiche

28 cortei in totale, ovvero 3 in più dello scorso anno, con Bergamo, Campobasso, Novara, Pompei, Siena, Ostia, Salerno e Trento al loro debutto assoluto. Le ‘grandi’ città non si incroceranno mai, con Roma in strada il 9 giugno, Torino il 16 e Milano il 30. Sabato 16 giugno sarà la giornata più affollata, con ben 8 città in piazza: Caserta, Varese, Mantova, Siracusa, Genova, Barletta, Siena e come già detto Torino. A voi il calendario ufficiale (a cui bisogna aggiungere Perugia, il 30 giugno), e buon Pride a tutti.