Onu: “Calciatori gay ai Mondali del Brasile: fate coming out”

L’Alto Commissario Navy Pillay lancia un appello agli atleti: “E’ importante per tutti”.

L’Alto Commissario Onu per i Diritti Umani, Navi Pillay, ha rivolto un appello ai calciatori gay convocati dalle diverse nazionali per disputare i Mondiali in corso in Brasile. “Esorto giocatori, gente di sport, a dichiarare senza paura il proprio orientamento sessuale” ha dichiarato Pillay, secondo cui il coming out di persone così popolari “è l’unico modo per farsi accettare. E’ importante inviare messaggi ai tifosi perché è vergognoso, in quest’epoca, che le persone nascondano ciò che sono in realtà”.

Non è la prima volta che Navi Pillay si spende a favore delle persone lgbtqi.

L’Alto Commissario aveva già pubblicamente condannato le leggi anti-gay russe e i paesi che condannano l’omosessualità, soprattutto quelli che prevedono la pena di morte .

Nel 2009 aveva duramente attaccato l’Italia per la mancata approvazione della legge contro l’omofobia la cui relatrice era l’allora deputata del Pd Paola Concia. “Affossare la legge contro l’omofobia è stato un passo indietro per l’Italia”, aveva dichiarato in quell’occasione Pillay .

Ti suggeriamo anche  "Nel mondo gay superati i 30 anni è difficile trovare l'amore o una relazione?": c'è Posta per Casto