Palermo Pride: appuntamento al 21 maggio

di

Dopo il successo del Sicilia Pride dello scorso anno, Palermo prepara una settimana di eventi, incontri, proiezioni e dibattiti. Centrali i temi delle donne e dell'omogenitorialità.

CONDIVIDI
Facebook Twitter Google WhatsApp
2304 0

Preceduto da unìintera settimana di evnti, si svolgerà il prossimo 21 maggio il Palermo Pride. L’evento è stato presentato durante una conferenza stampa svoltasi nell’elegante scenario di Villa Niscemi, sede di rappresentanza del Comune di Palermo. Durante l’incontro con i giornalisti, i portavoce Barbara Amodeo, Luigi Carollo, Massimo "Massimona" Milani e Daniela Tomasino hanno ripercorso il successo del Sicilia Pride dello scorso anno e annunciato le attività in programma fino al 21 maggio. Al centro del Pride, quest’anno, le tematiche legate ai movimenti lesbici, queer e femministi, oltre che l’omogenitorialità. E dato il contesto non può mancare uno spazio dedicato alla legalità e alla lotta alla Mafia, come anche quello sui diritti delle persone lgbtq in generale.

Anche quest’anno ci sarà una stretta collaborazione con la giovane regista palermitana Emma Dante che proporrà un suo spettacolo il 15 maggio. Il 17, che coincide con la Giornata Mondiale contro l’Omofobia, sarà interamente dedicato ad associazioni e movimenti lesbici, queer e femministi. la giornata si concluderà con la proiezione di un film selezionato dall’organizzazione del Sicilia Queer Film Festival (che a sua volta si svolgerà dal 20 al 26 giugno). Il 18 sarà i riflettori sarano puntati sul tema della famiglia omogenitoriale e sarà gestita interamente dalle Famiglie Arcobaleno. Del legame tra legalità, lotta alla Mafia e tutela dei diritti delle persone lgbtq si parlerà il 19 maggio, a pochi giorni dall’anniversario della strage di Capaci, con un incontro con le eurodeputate Rita Borsellino e Sonia Alfano e col Magistrato Antonio Ingroia.

Il Pride nasce da un percorso che ha visto, dopo l’evento dello scorso anno, le associazioni lgbtq dialogare con i movimenti studenteschi, le altre associazioni e le istituzioni locali. Molti i politici presenti alla conferenza stampa di presentazione, dal deputato reginale del Pd Pino Apprendi, al deputato regionale dello stesso partito Davide Faraone, il Consigliere Comunale Fabrizio Ferrandelli dell’IdV, il Coordinatore Regionale di Sel Erasmo Palazzotto e le consigliere comunali Nadia Spallitta e Antonella Monastra del Gruppo SEL-Un’Altra Storia. Tutti si sono impegnati per costruire una collaborazione tra le associazioni lgbtq e le istituzioni soprattutto per quanto riguarda campagne di informazione e sensibilizzazione contro l’Omofobia e la transfobia e la costituzione di un Osservatorio Permanente sulle Discriminazioni in colaborazione anche con le forze dell’ordine.

Guarda una storia
d'amore Viennese.

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...