Papà gay furioso con il figlio per un tatuaggio – poi l’incredibile e dolce scoperta

Non tutti i tatuaggi vengono per nuocere…

E’ una storia da raccontare, quella che arriva oggi dal New Jersey.

Richard è gay e insieme al compagno ha deciso di diventare padre, nel lontano 2005,  adottando Jonathan, che all’epoca aveva 5 anni appena. Oggi maggiorenne, il ragazzo si è unito alla Marina militare e ha chiesto al padre di potersi fare un tatuaggio.

Richard, contrario ai tattoo, si è imbufalito: “Non osare farlo“, ricorda oggi l’uomo sul sito Gays With Kids. Passate un paio di settimane, Richard era sicuro che il figlio avesse cestinato l’idea, per poi scoprire l’amara verità. Il ragazzo ha ceduto al tatuatore, facendosi tatuare sul fianco destro dei numeri romani. Ma non dei semplici numeri, bensì la data esatta in cui venne adottato dai suoi due padri gay.

Sono stato preso così alla sprovvista”. “La mia paura era quella che si sarebbe fatto tatuare qualcosa di ridicolo, qualcosa di cui si sarebbe pentito, ma ora non posso essere più orgoglioso di lui. Che tatuaggio fantastico!

Jonathan ha poi pubblicato una foto del tatuaggio sui social, con una dedica che è presto diventata virale:

Mi sono fatto il mio primo tatuaggio!! Questa data è il giorno in cui la mia vita è cambiata. Questo è il giorno in cui i miei due padri mi hanno adottato. Il più bel giorno della mia vita, perché sapevo che per il resto della vita avrei finalmente avuto una famiglia amorevole che mi amasse“.

Ti suggeriamo anche  Vincenzo Spadafora, il sottosegretario con delega alle pari opportunità ospite al Padova Pride Village