PARTE MISTER GAY 2001!

di

Ecco foto e storie di alcuni partecipanti.

CONDIVIDI
Facebook Twitter Google WhatsApp
1359 0

E’ giunta alla quinta edizione, la manifestazione per l’elezione di Mister Gay Italia, che si svolgerà sabato 19 maggio al Nite Lite di Bergamo. Un bel risultato, visto che il concorso vuole dare risalto alla visibilità che gli omosessuali vanno costruendo in Italia. Il principio secondo il quale sarà eletto Mister Gay 2001 è quello della rappresentatività: alcuni diranno "che parolone, per parlare di pettorali, addominali e fascino!". Ma Mister Gay non è solo un concorso di bellezza, non solo, almeno: per diventare Mister Gay Italia bisogna essere – ovviamente – visibili, cioè essere disposti a comparire anche sui giornali, ma bisogna anche rappresentare un po’ la comunità gay, con gli interessi e le abitudini che la possono contraddistinguere.

E chi decide chi è il più "rappresentativo" che diventa Mister Gay? Ma la Giuria, naturalmente, che quest’anno sarà presieduta dall’ONOREVOLE Franco Grillini, da pochi giorni deputato della Repubblica, e sarà composta da redattori e direttori delle principali testate gay/gay friendly italiane : Babilonia, Aut, Guide, Pride, Inside, Gay.it, dallo stilista Eros Veneziani, da Marco Volante del Coordinamento Arcobaleno, da Giampaolo Silvestri dei Verdi e da Salvatore Inguì, il primo mister gay d’Italia.

Ad allietare la serata, intervallando le esibizioni dei concorrenti, ecco gli sketch della Cesira e di Gigi Rosa, animatori della scena cabaret milanese, gli interventi dance degli emergenti Malù e Danny Verde e della reginetta del tecno made in Italy, Carolina Marquez. Ospite d’onore la simpatica e brava Carlotta che ha saputo meritarsi un discreto quinto posto nella passata kermesse sanremese. La band degli HoneyForever, ballerini e cantanti, arricchirà la percentuale di pettorali e muscoletti vari.

Allora vediamo: voi da chi di questi ragazzi vi sentite rappresentati? Ve ne presentiamo alcuni tra quelli che parteciperanno al concorso, così che possiate decidere con tranquillità.

Partiamo da Mirco, 23 anni, della provincia di Macerata, che partecipa per la prima volta a un concorso di questo tipo. Si sarebbe tentati di dire "un ragazzo per bene": vive con il suo compagno, ha parlato della sua omosessualità con la famiglia, che però non ha accettato la cosa, «così sono andato via di casa – ci racconta – Ora vivo con il mio ragazzo, col quale sto da due anni; studio come educatore di disabili e persone con menomazioni».

Quali sono le tue passioni? «La pallavolo innanzitutto, gli sporrt in generale, ma soprattutto la pallavolo e il calcetto. Poi mi piace anche andare in discoteca…»

Marco, invece, ha 26 anni e viene da Perugia, e, guarda caso anche lui è fidanzatissimo: «diciamo che siamo sposati. Qualche tempo fa abbiamo fatto una sorta di cerimonia nostra, con parenti e amici; non avevamo bisogno del pezzo di carta per sentirci sposati, così l’abbiamo celebrato tra di noi». Marco ha un rapporto molto aperto con la famiglia, che era presente anche a questo suo "matrimonio", celebrato nella casa perugina che lui e il suo ragazzo hanno acquistato 11 mesi dopo essersi conosciuti: «stiamo insieme da un anno e mezzo, e abbiamo da subito cominciato a vivere insieme».

Marco, che studia Fisica all’Università e rappresenta come Mister Gay Umbria il circolo Omphalos di Perugia, ha fatto un po’ di sfilate di moda e selezioni varie in cui contava l’aspetto fisico, ma partecipa per la prima volta a un concorso gay.

A rappresentare la Toscana c’è invece Andrea, 26 anni, eletto poche settimane fa Mister Gay di quella regione. Anche lui si è dichiarato in famiglia, anche lui è fidanzato e anche lui vive con il suo ragazzo: «è un ragazzo ceco di 21 anni che vive con me da questa estate: io lavoravo e ci siamo conosciuti in vacanza. Lui cerca lavoro e io studio e arrotondo lo stipendio». Se fosse possibile lo sposeresti? «Matrimonio gay? Io non ci dato mai grande importanza al matrimonio, non ho bisogno di dimostrare cosa sono».

Tra le passioni particolari di Andrea, «un Rotweiler, ho una moto da velocità che curo molto, la pittura, sono stato a scuola di disegno per 11 anni».

Impossibile stabilire da dove venga invece Giancarlo: nato a Carbonia 27 anni fa, in Sardegna, ha vissuto in Alto Adige, dove ha anche partecipato al concorso er l’elezione di Mister Gay, e ora vive a Iseo, in provincia di Brescia. Giancarlo lavora come impiegato tecnico, nel settore dei computer, un lavoro che ama molto: «mi piace molto fare computer e impianti, creare qualcosa dal nulla. Ma tra le mi epassioni c’è il canto. Canto sempre, da solo, non ho un gruppo, ma alla selezione per Mister Gay Italia porterò una canzone». Giancarlo sembra essere l’unico non fidanzato candidato Mister Gay… chi vuole si faccia avanti!!!

CONTINUA A LEGGERE...

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...