Pastore americano contro i diritti LGBT è stato arrestato per molestie sui bambini

L’uomo è stato denunciato da otto persone, tra adulti e ragazzi, che sarebbero stati molestati negli ultimi vent’anni.

Omofobo in pubblico e pedofilo nel privato, arrestato oppositore dei diritti LGBT: sarebbero almeno otto i casi di abusi.

Ancora una volta è stata svelata la doppia morale di un religioso omofobo: Matthew Dennis Patterson, ex pastore di una chiesa battista di Nashville negli Stati Uniti, è stato accusato di aver molestato dei bambini tra il 1996 e il 2017. L’uomo era noto nello stato del Tennessee come un forte oppositore dei diritti LGBT, tanto da aver contrastato pubblicamente una legge antidiscriminazione.

Patterson, che aveva lasciato la sua comunità pastorale nello scorso settembre, si era trasferito in Pennsylvania dove è stato arrestato. Otto persone finora hanno testimoniato di aver subito da bambini le attenzioni indebite del pastore, che li avrebbe toccati nelle parti intime e fatti sedere sul suo viso.

Per James Thomas, membro della chiesa battista di Nolensville in cui predicava Patterson, nessuno era a conoscenza delle accuse verso il pastore, almeno finché questi non ha rassegnato le proprie dimissioni. In quel momento tuttavia le indagini della Polizia erano in corso da almeno sei mesi. A seguito del fermo l’uomo si è rifiutato di parlare con gli inquirenti.

Ti suggeriamo anche  Tutti a lezione di omosessualità dal GF, per non essere "gay eccessivi"