Pennsylvania: studente costretto dalla scuola a guardare un video anti-LGBT come punizione

Era stato sorpreso a guardare un porno gay ed espulso dall’istituto dopo un tentativo di suicidio: ha denunciato tutto alla Corte Federale.

Costretto dallo staff scolastico a guardare un video anti-LGBT come forma di punizione: è successo anni fa in Pennsylvania, ma la notizie sta circolando solo in queste ore.

I documenti della Corte parlano chiaro: la Milton Hershey School, una delle scuole private più ricche d’America, ha forzato (almeno) uno studente a guardare un video anti-LGBT creato dall’attivista ex omosessuale Sy Rogers, One of the Boys. Nel video l’attivista ricorda le sue pulsioni omosessuali, sconfitte attraverso le preghiere e la lettura della Bibbia.

Tutto ha avuto inizio con la denuncia alla Corte Federale di un ex studente della scuola, Adam Dobson, che era al primo anno quando fu scoperto mentre guardava un video pornografico gay. La punizione fu immediata: video e preghiere che lo aiutassero a superare la sua omosessualità.

Dobson tentò anche il suicidio a scuola e per questo motivo fu espulso nel 2013.

La scuola ha fatto sapere che i metodi descritti da Dobson non verrebbero mai permessi: “La scuola non promuove in alcun modo programmi anche solo lontanamente definibili come terapie riparative”. Queste dichiarazioni, però, sono precedenti alle rilevazioni emerse grazie al lavoro della Corte Federale e alle prove fornite dal ragazzo.

Ti suggeriamo anche  Lo splendido coming out di un liceale alla cerimonia di diploma