Per il 74% degli italiani le coppie gay vanno riconosciute

Sondaggio del Corriere: i favorevoli si dividono tra unioni civili e matrimonio

Sondaggio del Corriere della Sera, che conferma in realtà gli altri sondaggi degli ultimi anni, effettuati sia dall’IPSOS (l’istituto di riferimento del quotidiano milanese), sia da altri. Il 74% degli italiani è favorevole ad un qualche riconoscimento delle coppie formate da persone del medesimo sesso: la novità è che, per la prima volta, questo 74% si divide esattamente in due parti uguali, una favorevole all’istituto delle unioni civili attualmente in discussione al Senato, l’altra d’accordo sul matrimonio egualitario. Solamente il 22% degli italiani è contrario ad entrambe le soluzioni.

E’ Nando Pagnoncelli, direttore di IPSOS, che firma stamani sul Corriere della Sera l’articolo. Lo spunto è ovviamente il Sinodo sulla Famiglia che si è aperto ieri in Vaticano e che tra i tanti temi spinosi che dovrà affrontare, v’è anche quello dell’omosessualità e delle coppie dello stesso sesso.

Riguardo alle coppie di fatto, eterosessuali o omosessuali, la maggioranza assoluta è del parere che la legislazione italiana sia arretrata (52%, in flessione del 4%). Solo un italiano su quattro pensa che la legislazione italiana su questo tema vada bene ed il 14% invece crede che la situazione nel nostro paese sia addirittura troppo permissiva. La percezione di arretratezza prevale tra tutti gli elettorati, con valori più elevati tra quelli del Movimento 5 stelle e del Partito Democratico.

Cosa è la famiglia? Il 50% degli italiani ritiene che “per famiglia si intenda una qualunque coppia legata da affetto che intenda vivere insieme”: questo dato è in calo del 3%, forse frutto della campagna sulla teoria gender che in qualche modo, in giro per l’Italia, sta facendo lentamente proseliti. Il 27% ritiene che famiglia sia solamente una coppia formata da un uomo e da una donna sposati, mentre il 22% ritiene che si possa definire famiglia anche una coppia eterosessuale non sposata. Chi ha una visione più tradizionale della famiglia ha normalmente un’età superiore a 60 anni, è un cattolico fedele ed assiduo ed è elettore centrista.

Nell’ottobre 2014, l’istituto di sondaggi Demos per Repubblica aveva dato risultati un poco diversi, in realtà, sostenendo che il 55% degli italiani fosse favorevole al matrimonio egualitario. Tale dato non era stato però confermato dal sondaggio Ipsos , che era stato effettuato poche settimane dopo, che sosteneva che il 74% fosse favorevole ad un qualche riconoscimento delle coppie dello stesso sesso, con una percentuale favorevole al matrimonio pari al 35%. Risultato che venne nel gennaio 2015 ulteriormente confermato da un sondaggio di Mannheimer (istituto Ipso ) e che sostanzialmente viene avvalorato oggi, come si è detto, dalle pagine del Corriere della Sera.

Immediata la reazione del gruppo integralista cattolico Manif Pour Tous Italia:

LEGGI ANCHE

Storie

Savona, c’è il primo divorzio da unione civile

Dopo l’introduzione della legge cirinnà, nella città ligure scoppia la prima unione civile. Come funziona un divorzio per una coppia...

di Gianluca Pellizzoni | 20 Luglio 2017

Storie

Il vescovo: “Niente funerali per i gay sposati se non...

La sparata è di Thomas Paprocki, capo della chiesa dell’Illinois, che ha emanato un decreto per escludere le coppie gay...

di Gianluca Pellizzoni | 9 Luglio 2017