Perin: “I gay nel calcio? Difficile che qualcuno faccia coming out”

Il giovane portiere del Genoa si dice pessimista sulla possibilità che qualche calciatore italiano possa fare coming out in tempi brevi: “E’ un mondo molto conservatore”.

Proprio nei giorni in cui Arcigay e Arcilesbica hanno lanciato una campagna contro l’omofobia nel calcio in collaborazione con Paddy Power, dal mondo del pallone arrivano segnali poco incoraggianti per chi spera che le cose possano cambiare in tempi brevi. A parlare, questa volta è Mattia Perin, giovane portiere del Genoa. Intervistato dal quotidiano sportivo TuttoSport, Perin, classe 1992, non è per niente ottimista sulla questione.

“I gay nel calcio? Rispetto ad altri sport – dice -, credo che il nostro mondo, soprattutto in Italia, sia molto conservatore. Difficile che qualcuno dichiari pubblicamente la propria omosessualità in tempi brevi”. Quello del calcio è certamente il muro più resistente da abbattere, nello sport, sulla questione del coming out e dei giocatori gay. Diversa sembra essere la situazione in altri sport come dimostra il recente coming out di Nicole Bonamini, la prima sportiva italiana a dichiarare la propria omosessualità.

Ti suggeriamo anche  Bohemian Rhapsody, è boom al box office - final trailer e featurette in italiano