Petizione dagli Usa contro la Marvel: no all’ideologia ‘omosessualista’

A sostegno della petizione, anche numerosi dati sullo stato di salute di gay e lesbiche.

“I bambini e gli adolescenti non sono pronti. E i genitori di bambini e adolescenti non sono pronti!“.

La petizione partita dagli Usa sta scatenando il panico tra le famiglie più conservatrici, che dicono No a un supereroe gay nel prossimo film della Marvel, le cui riprese inizieranno il prossimo settembre nel Regno Unito e si concluderanno verso gennaio del prossimo anno. The Eternals, infatti, potrebbe essere il primo film a includere un supereroe gay, secondo le voci che ormai da qualche settimana girano in rete e come confermato anche da Kevin Feigem, presidente della Marvel Studios.

Era stata anche il capo della produzione Marvel Victoria Alonso, ad affermare con orgoglio che il mondo è ormai pronto per avere un supereroe gay. Ma non tutti sono d’accordo. E per farlo, la petizione offre anche una serie di dati scientifici (senza fonte) attraverso i quali cercano di far capire quanto sia pericolosa la pratica dell’omosessualità, parlando di HIV e AIDS, di tumore al seno, di salute mentale e abuso di droga e alcol.

La promozione di questo stile di vita dai produttori della Marvel è immorale

Riguardo il film, nella petizione si spiega che i i film della Marvel parlano di supereroi che salvano il mondo, e i bambini vanno al cinema per entrare in questo mondo fantastico. Ma non ci vanno per “essere indottrinati con la propaganda LGBT“. E prima di citare i dati, annuncia:

Ma, per quanto riguarda la pratica dell’omosessualità, il mondo reale offre una lezione molto più dura, basata sulla realtà.

La frase si rivolge a quanto rivelato da uno studio dell’US Institute for Medicine. La ricerca indicherebbe delle percentuali maggiori di problemi di salute nella popolazione LGBT, legato appunto ai casi di malattie sessualmente trasmissibili, in particolare HIV e AIDS. Ma tra i problemi ci sono anche problema alla salute mentale, uso e abuso di fumo, alcol, droghe e altre sostanze, oltre a obesità e tumore al seno (quest’ultime due per le donne lesbiche e bisessuali in particolare).

1 uomo su 6 che ha rapporti sessuali con altri uomini contraggono l’HIV nel corso della loro vita, il che, ovviamente, è una terribile diagnosi e un grave problema di salute fisica e mentale.

Con questi dati scientifici, il supereroi gay è un’idea assurda, secondo la petizione. Che infatti conferma:

Conoscendo questi dati, è estremamente immorale e moralmente sbagliato che i produttori dei Marvel Studios vogliano promuovere questo stile di vita come “super” nei film visti da molti bambini e adolescenti.

Quindi, l’appello rivolto alla Marvel spende sue parole anche per i genitori, indicandogli come procedere: impedire ai bambini di andare al cinema per questo film, perché vedrebbero dei comportamenti sessuali a rischio.

Prenditi cura della sessualizzazione dei tuoi figli in altri aspetti della vita e quanto può essere pericolosa per la loro salute fisica, mentale e spirituale. 

1 commento su “Petizione dagli Usa contro la Marvel: no all’ideologia ‘omosessualista’

  1. Se fosse in voi andrei a fondo a questa notizia, io vivo a New York, certo di petizioni come questa ce ne sono come in tutto il Paese, ma non sono la maggioranza, il movimento LGBT di New York è attentissimo alle tematiche di salute e se invece di credere a tutto quello che vi arriva, non so da quali veline prendete le news quando si tratta di notizie che vengono dagli Stati Uniti. Andate sul sito LGBTQ di New York, ma non solo e informatevi e ho dubbi che questa notizia sia su vasta scala, appartiene forse al sottobosco conservatore, ma non a tutto il resto del Paese

Lascia un commento