Poliziotto gay denuncia la città di San Francisco per il gravissimo mobbing subito

di

La prima denuncia è stata chiusa senza conseguenze per i colleghi di Mannix.

poliziotto gay
CONDIVIDI
413 Condivisioni Facebook 413 Twitter Google WhatsApp
2882 0

Brendan Mannix è un poliziotto gay di 28 anni, che lavora a San Francisco.

Le offese sul posto di lavoro per il suo orientamento sessuale avevano superato ogni limite, e per questo motivo ha deciso di denunciare la città per mobbing omofobo. In particolare, la denuncia riguarda due sergenti, che definivano Mannix una regina o dicevano che in certi casi era “troppo drammatico”.

L’avvocato di Mannix, Lawrence Organ, in un’intervista al San Francisco Chronicle, ha spiegato che uno dei due sergenti aveva addirittura messo in giro la voce che lui avesse una relazione con un collega della centrale, e non perdeva occasione per classificarlo come “gay” per ogni parola o azione ritenuta poco mascolina, prendendolo in giro anche per il taglio di capelli e per la sua corporatura.

Una denuncia senza risultati per l’agente Mannix

L’agente, cercando di risolvere la questione senza denunciare i due sergenti, aveva dapprima cercato di parlare con i due, minacciando di riferire ai superiori le continue offese. Sprezzanti delle minacce, Mannix ha deciso quindi di avviare la denuncia, che però non ha ottenuto l’effetto sperato, anzi. Organ riferisce difatti che il suo assistito ha iniziato a ricevere incarichi che prima non aveva mai eseguito e non veniva ascoltato quando richiedeva rinforzi per un arresto.

Ad esempio, nell’aprile del 2017 l’agente Brendan Mannix stava inseguendo un rapinatore che stava scappando da un mini market: nonostante le continue richieste di rinforzi alla centrale, i colleghi non sono mai arrivati. È infine riuscito a fermare da solo l’uomo, aiutato poi dagli agenti di un altro distretto.

David Stevenson, portavoce del Dipartimento di Polizia di San Francisco, ha affermato che prenderanno in esame la testimonianza del poliziotto gay, e indagheranno sulle offese ricevute, facendo luce sulla questione. “Il Dipartimento di Polizia di San Francisco si impegna per la diversità, la tolleranza e il rispetto per il pubblico e tutti i nostri membri” ha spiegato il portavoce, assicurando l’intervento delle autorità per segnalare condotte non appropriate al luogo di lavoro.

Credits: Queerty

Guarda una storia
d'amore Viennese.

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...