Polonia: l’arcivescovo di Cracovia attacca Radio Maryja

Monsignor Dziwisz è preoccupato che le posizioni omofobe e antisemite della radio possano essere confuse con quelle della chiesa polacca: “Non possiamo ignorare ciò che accade”.

Il più influente cardinale della Polonia, Stanislaw Dziwisz, arcivescovo di Cracovia,  ha attaccato una stazione radio religiosa locale, Radio Maryja, nota per la sua linea antisemita e omofobica. Il cardinale si è detto preccupato che la posizione della chiesa polacca possa essere confusa con quella dell’emittente, guidata da Tadeusz Evdzvk, un monaco redentorista. "Il lavoro pastorale sta a poco a poco sfuggendo al controllo del vescovo cadendo nelle mani di altri", ha dichiarato Monsignor Dziwisz . "Non possiamo ignorare quanto sta accadendo e aspettare il seguito". La radio appoggia nelle prossime elezioni l’attuale primo ministro e suo fratello gemello Lech Kaczynski, presidente, anche a causa dei loro attacchi contro l’omosessualità. Alle ultime elezioni, la pubblicità di Radio Maryja ha fruttato loro almeno un milione di voti.