Presentatore di Miss Universo sfida Putin: a Mosca con il marito

di

Gay dichiarato, Thomas Roberts ha dichiarato che la legge russa è "un capitolo buio" nella storia dei diritti delle persone lgbt: "Darò visibilità ai gay"

CONDIVIDI
Facebook Twitter Google WhatsApp
3448 0

Sfiderà la legge russa contro la propaganda gay Thomas Roberts, gay dichiarato, appena giunto a Mosca con il marito dove presenterà il concorso di Miss Universo. Roberts, che ha sposato il suo compagno solo lo scorso anno ed ha fatto coming out nel 2006, ha detto di avere accettato la proposta di presentare la serata per rendere più visibili i gay nel paese di Putin: un vero e proprio schiaffo alla norma che condanna la “propaganda omosessuale”.
“La legge russa segna un capitolo buio nella storia dei diritti per lesbiche, bisessuali, gay e transgender” ha dichiarato al suo arrivo a Mosca ai microfoni della TV statunitense MSNBC.

“Penso di essere qui per promuovere l”idea che le persone come me meritano pari diritti – ha concluso – perché non siamo diversi da nessun altro”.
Intanto, gli organizzatori del celebre concorso Eurovision Song Contest hanno fatto sapere di stare valutando l’idea di escludere la Russia dalla kermesse. “Abbiamo deciso di fare questo passo – ha spiegato il rappresentante tedesco nel comitato organizzatore – perché alcune delegazioni sono seriamente preoccupate per questioni di sicurezza”. La Svezia, intanto, ha deciso che non parteciperà al concorso se si terrà a Mosca per via della pressione esercitata sulla comunità lgbt.

Guarda una storia
d'amore Viennese.

Leggi   Delitto di Giarre: la vergogna di avere un figlio gay
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...