Preservativi nelle scuole. A Roma ci prova un liceo

Al Keplero di Roma sarà installato un distributore di preservativi che verranno venduti a prezzo di fabbrica. Critiche dal Vaticano: “Così si banalizza la sessualità”.

Grazie ad una mozione approvata dalla Provincia di Roma, il liceo Keplero ospiterà le macchinette per la distribuzione dei preservativi e degli assobenti femminili. Ad annunciarlo, in una nota, l’associazione di studenti ScuolaZoo.com. Dal 12 marzo ci saranno 6 distributori installati nel liceo romano. Obiettivo del servizio ovviare «all’elevato costo dei prodotti anticoncezionali». Infatti, i condom verranno venduti al prezzo di fabbrica e cioè 3 pezzi a 2 euro.

Insieme all’installazione dei distributori verrà anche svolto un seminario di formazione tenuto dalla LILA. Lo slogan dell`iniziativa è: «Se vuoi amare fallo con la testa. Proponi al tuo preside l’installazione gratuita di distributori di preservativi e assorbenti nella tua scuola». Pronta la reazione del Vaticano che dice «No alla «banalizzazione della sessualità». Il vicario del Papa per la diocesi di Roma, cardinale Agostino Vallini (in foto), ha ribadito come Benedetto XVI esorti all’«educazione dei giovani» senza «banalizzazioni della sessualità»,

A favore dell’iniziativa si erano espressi, tra gli altri, il viceministro alla Salute Ferruccio Fazio e il responsabile Sanità del Pdl Cesare Cursi mentre tra le voci contrarie si registra quella  dell’assessore alla scuola del Comune di Roma Laura Marsilio perché «i distributori di preservativi nelle scuole rischiano di dare un messaggio sbagliato e di non raggiungere l’obiettivo».

Ti suggeriamo anche  Roma, Polizia fa irruzione in un club gay e blocca concorso leather

A lanciare l’appello per la distribuzione dei preservativi nei licei erano stati i giovani del Pd, di Sinistra e Libertà, dell’associazione Luca Coscioni, del circolo Mario Mieli e della Rosa Arcobaleno.