Prevalle: l’insegna del comune contro “l’ideologia del gender”

di

Il sindaco leghista schiera il comune contro l'inesistente ideologia, con un cartellone

CONDIVIDI
Facebook Twitter Google WhatsApp
4159 0

“L’amministrazione comunale di Prevalle è contraria all’ideologia gender“. Un vero e proprio proclama, comparso su un cartellone luminoso destinato alle comunicazioni pubbliche del comune del bresciano e che, quindi, risponde a una precisa iniziativa dell’amministrazione. A confermarlo è il sindaco, il leghista Amilcare Ziglioli. “È un messaggio per far capire da che parte sta l’amministrazione” ha dichiarato il primo cittadino al Corriere , al quale ha ricordato di “aver già manifestato in passato di essere contro l’ideologia gender e visto che siamo vicini all’inizio della scuola, posso dire che a Prevalle non sarà assolutamente seguita la teoria gender che tanto piace a qualcuno”.

L’idea, a quanto pare, è del capogruppo della Lega in Consiglio Comunale Fabio Rolfi che ora plaude all’iniziativa del sindaco e aggiunge: “Dato che qualcuno ha chiesto ad Anci di prendere posizione contro il primo cittadino del comune bresciano, noi invitiamo tutti gli altri sindaci, della Lega e non, a fare la stessa cosa nei rispettivi comuni”. “Qua l’omofobia non c’entra nulla – aggiunge Rolfi -: in questo caso si tratta di tenere fuori dalle nostre scuole teorie ideologiche e pericolose per bambini e adolescenti”. Quello che forse il sindaco e i suoi consiglieri non sanno, oltre all’inesistenza di quello che condannano, è che si scagliano contro progetti che puntano alla lotta contro il bullismo, contro l’omotransfobia nelle scuole e per educare i ragazzi ad un’affettività sana basata sulla parità di genere.

Leggi   Lezione sull'affettività a Calcinate dipinge l'omosessualità come disagio
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...